Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Opinioni Società Muos, Niscemi e i droni alla siciliana

Opinioni

Muos, Niscemi e i droni alla siciliana

drone-usa-webdi Ennio Remondino - 11 agosto 2013
Che cosa c'è veramente in ballo? La base siciliana è il luogo perfetto per il super telecomando planetario per quei killer volanti chiamati droni.

Le tensioni scoppiate a Niscemi davanti alla base militare Usa, i manifestanti No-Muos che si scontrano con le forze dell'ordine. A coronare il tutto l'infelice uscita del governatore della Sicilia Rosario Crocetta secondo cui, a manifestare, tra la popolazione preoccupata si sarebbero infiltrati anche estremisti e mafiosi. Una sparata che appare fuori misura. Salvo poi pararsi "le spalle": «Mica l'ho data io l'autorizzazione alla costruzione del Muos», «ci hanno pensato il governo nazionale di centrodestra e la giunta regionale guidata da Raffaele Lombardo». Ma che c'è veramente in ballo?

Lo aveva rivelato il New York Times più o meno a maggio: la base Nato di Sigonella, "Capitale" per i suoi attuali 7500 droni in servizio. L'attualità delle proteste contro il Muos di Niscemi rilancia il tema. Ecco a cosa serviranno due antenne alte 149 metri e le tre grandi parabole dal diametro di oltre 18 metri in Sicilia. Sarà il sistema di telecomunicazioni satellitari della marina Usa, il Muos (Mobile User Object System), dotato di cinque satelliti geostazionari e quattro stazioni di terra. E sarà il super telecomando planetario per quei killer volanti chiamati Droni.

Sigonella sarà collegata direttamente a due satelliti: l'Ufo e l'Inmarsat. I droni "siciliani", resistenti a lunghe distanze di volo anche fino a 20 chilometri dal suolo, comunicheranno con loro. Grazie a sensori radar incorporati "saranno in grado di intercettare oggetti fermi o in movimento". Le informazioni raccolte verranno quindi trasmesse in tempo reale nella base centrale Mos (Mission operation support), di Sigonella dove hanno già fatto il loro ingresso in gran segreto altre flotte di droni, Black Hawk che già Usa e Cia utilizzano nei maggiori scacchieri internazionali.

A rivelare la presenza in Sicilia degli armamenti segreti, oltre al NYT è l'Osservatorio di Politica Internazionale che ha sostenuto, testualmente: «In considerazione di tale situazione (Primavera Araba, minacce di guerra, l'attacco al consolato di Bengasi e l'allarme mondiale attentato al Qaeda. ndr.), la Difesa Italiana ha concesso un'autorizzazione temporanea allo schieramento di ulteriori assetti americani a Sigonella". Poi ci saranno ovviamente anche gli 800 militari Nato (entro il 2015), per far funzionare quel micidiale war game. A voi non coglie una incontenibile curiosità?

Tratto da: popoff.globalist.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa