Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Opinioni Politica Giuseppe Antoci. Lo stavano ammazzando e noi lo isoliamo?

Opinioni

Giuseppe Antoci. Lo stavano ammazzando e noi lo isoliamo?

di Paolo Borrometi
Il Governo regionale siciliano ha commissariato il Parco dei Nebrodi, mandando a casa il presidente Giuseppe Antoci. Come Articolo21 abbiamo – un anno fa – premiato il coraggio e l’impegno di Antoci, adesso siamo molto preoccupati: togliere l’incarico di Presidente del Parco dei Nebrodi a Giuseppe Antoci vuol dire rischiare di condannarlo a morte una seconda volta, vuol dire dare la sensazione di favorire l’azione di chi voleva ammazzarlo quella notte di un anno e mezzo fa.
Si, perché se uno lotta la mafia e agisce così bene, non ha bandiera o appartenenza politica, non è questione di partiti o movimenti.
Non comprendo come sia possibile che una persona che stava per perdere la vita, scampando ad un attentato, per le sue scelte contro la mafia dei Nebrodi, possa essere archiviato con un colpo di penna. Il “protocollo Antoci” è legge dello Stato ed è uno straordinario strumento per contrastare le infiltrazioni mafiose e l’accesso ai Fondi Europei, nato proprio dall’azione di Giuseppe Antoci.
Oggi cosa facciamo? Prendiamo la sua testa e la sacrifichiamo perché “del Pd” o vicino a questo o a quell’altro politico? I migliori devono rimanere nei posti cruciali, al di là dell’appartenenza politica. La lotta alle mafie non ha appartenenza politica!

Tratto da: articolo21.org

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CASO TORTORA

IL CASO TORTORA

by Luca Steffenoni

A trent'anni dalla morte di Enzo TortoraUn legal...

L'ULTIMA NOTTE DI ALDO MORO

L'ULTIMA NOTTE DI ALDO MORO

by Paolo Cucchiarelli

'Ecco dove fu ucciso Moro'Esce 'L'ultima notte del...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

by Simona dalla Chiesa

"Un papà con gli alamari" non è una...


LA VERITÀ SUL PROCESSO ANDREOTTI

LA VERITÀ SUL PROCESSO ANDREOTTI

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

Giulio Andreotti è stato assolto dall’accusa di associazione...

LA MAFIA DOPO LE STRAGI

LA MAFIA DOPO LE STRAGI

by Attilio Bolzoni

Totò Riina è scivolato nella tomba con tutti...


LA CRIMINALITA' SERVENTE NEL CASO MORO

LA CRIMINALITA' SERVENTE NEL CASO MORO

by Simona Zecchi

A quarant’anni dal sequestro e dall’omicidio di Aldo...

B. COME BASTA!

B. COME BASTA!

by Marco Travaglio

"Tutto ciò che ha fatto, anzi ci ha...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-agg
Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia



ho ucciso giovanni falcone homeSaverio Lodato

HO UCCISO
GIOVANNI FALCONE

La confessione
di Giovanni Brusca