Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Opinioni Attualità Scarcerazioni e boss mafiosi: dove e quando le leggi sono state violate*

Opinioni

Scarcerazioni e boss mafiosi: dove e quando le leggi sono state violate*

Petizione
di
scuolantoninocaponnetto.it
L’opinione di Alessandra Dolci, Procuratore della Repubblica Aggiunto presso il Tribunale ordinario di Milano, delegato alla Direzione Distrettuale Antimafia

Sottolineiamo l’importanza dell’articolo e dei sui contenuti, sia per la funzione e il prestigio dell'autrice, sia perché offre spunti e riflessioni che permettono di guardare con cognizione di causa a ciò che è realmente avvenuto dai primi di marzo, in riferimento al tema delle scarcerazioni di detenuti sottoposti al regime del 41 bis e detenuti per reati gravi sottoposti al regime di alta sorveglianza. Nell’articolo viene analizzato il provvedimento che ha sospeso l’esecuzione della pena nella forma della detenzione in carcere, trasformandola in detenzione domiciliare, per Francesco Bonura, detenuto sottoposto al regime di 41 bis, condannato per estorsione continuata e reati connessi alla appartenenza a “Cosa nostra”.
Alessandra Dolci spiega che la decisione del Magistrato di sorveglianza di Milano appare in contrasto con l’attuale giurisprudenza, definita anche da sentenze della corte di Cassazione e dalla Corte Costituzionale e che il provvedimento manifesta difetti di motivazione e trascura di definire anche le prescrizioni previste a tutela della collettività nel caso riguardante un personaggio di alta caratura criminale. Nel caso in esame il Magistrato di Sorveglianza non avrebbe previsto nemmeno quelle specifiche prescrizioni che, nell’ipotesi della persistenza del vincolo associativo, assicurano l’impossibilità di comunicare con altri associati.
Le note in carattere grassetto, numerate in rosso sono state da noi inserite per chiarire gli articoli di legge cui si fa riferimento.

Leggi Articolo in pdf: COVID 19 e art. 41 bis Ord. pen.

FIRMA LA PETIZIONE: Clicca qui!

Tratto da:
scuolantoninocaponnetto.it

* Articolo apparso in "Giurisprudenza penale 5/2020"

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa