Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News “Aurelio Bruno e Giuseppe Casarrubea rappresentanti della Sicilia migliore”

Mafie News

“Aurelio Bruno e Giuseppe Casarrubea rappresentanti della Sicilia migliore”

I familiari del procuratore Pietro Scaglione, primo magistrato ucciso dalla mafia il 5 maggio del 1971 (insieme all’agente Lorusso), ricordano con profonda stima il cavaliere Aurelio Bruno, maestro di intere generazioni di giornalisti, scomparso ieri all’età di 93 anni.  
Il professor Antonio Scaglione, vicepresidente del consiglio della magistratura militare e figlio del procuratore assassinato, racconta: “Mio padre aveva un ottimo rapporto con il cavaliere Bruno, presenza assidua nei corridoi del Palazzo di Giustizia di Palermo, insieme al compianto Mario Francese e ad altri bravi cronisti giudiziari. Memoria storica del Novecento siciliano, Aurelio Bruno unì rigore professionale, passione civile e ricerca della verità per le vittime della mafia. Scrisse pagine importanti anche sull’omicidio di mio padre”.
Il giornalista Pietro Scaglione, nipote del procuratore assassinato, ricorda il privilegio di averlo intervistato per Famiglia Cristiana nel 2012: “Quando entrai nell’abitazione del leggendario Aurelio Bruno, fui colpito dall’imponente archivio giornalistico e storico, dagli anni Quaranta ai nostri giorni. Negli ultimi anni, Bruno collaborava assiduamente con il professore Giuseppe Casarrubea, apprezzato storico impegnato nella ricostruzione dei misteri d’Italia (in particolar modo la strage di Portella) e scomparso pochi mesi fa. Anche a nome degli altri familiari del procuratore Scaglione, esprimo il nostro doveroso e sentito omaggio a due grandi personalità del giornalismo e della storiografia come Aurelio Bruno e Giuseppe Casarrubea, illustri rappresentanti della Sicilia più autentica”.

I familiari del procuratore Pietro Scaglione

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...

THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...


LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...

UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...


ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...

GLI AGNELLI

GLI AGNELLI

by Antonio Parisi

Quando il conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, insieme...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa