Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Giustizia Coronavirus, Gratteri: ''Ritardare gli interventi favorisce la mafia''

Mafie News

Coronavirus, Gratteri: ''Ritardare gli interventi favorisce la mafia''

gratteri floris dimartedi 20200407di AMDuemila - Video
Il procuratore capo di Catanzaro: “Reati calati del 75%, ma in questo mese le mafie cercavano di approfittare”

“Ciò che si decide, bisogna farlo presto. Non possiamo muoverci al rallentatore, ogni ritardo vuole dire anche favorire le mafie". E’ così che il procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, intervistato dal programma DiMartedì su La7, condotto da Giovanni Floris, ancora una volta ha sollecitato la rapidità degli interventi a sostegno di chi opera nel commercio e che è messo in ginocchio dalla pandemia del Coronavirus. Il magistrato calabrese ha spiegato che “il capomafia si presenta come un benefattore, c'è gente che da generazioni lavora in nero a 30 euro al giorno e oggi questi 30 euro non ci sono più. Il capo mafia a queste persone si presenta con i soldi, con la spesa’’. E’ proprio per questo motivo, che ‘’bisogna fare presto - ha affermato Gratteri - ciò che si decide non si deve fare domani ma oggi, perché ogni ritardo vuol dire anche favorire le mafie; la Camorra, la ‘Ndrangheta fanno usura che serve per prendere le attività e fare riciclaggio, penso ai ristoratori, agli albergatori, sono i più penalizzati e devono avere soldi subito altrimenti si rivolgeranno agli usurai e noi perderemo credibilità''.
In conclusone, Gratteri ha ricordato che con l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus “le mafie stanno soffrendo come stiamo soffrendo noi: c'è stata una diminuzione dei reati in Italia del 75% in questo mese. - ha concluso - Ma cercheranno di approfittare della situazione, perché le mafie sono presenti dove c'è il bisogno, dove c'è disgrazia, terremoti, emergenza, lì ci sono le mafie’’.

VIDEO Guarda l'intervento di Nicola Gratteri dal minuto 59'
la7.it/dimartedi/rivedila7/dimartedi-puntata-07042020-08-04-2020

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa