Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Giustizia ''Rinascita-Scott'': domiciliari per l'ex consigliere Calabria, Giamborino

Mafie News

''Rinascita-Scott'': domiciliari per l'ex consigliere Calabria, Giamborino

Lo ha deciso il Tribunale del riesame
di AMDuemila
Passa dal carcere agli arresti domiciliari Pietro Giamborino (in foto), l'ex consigliere regionale della Calabria accusato di appartenenza alle cosche vibonesi dei piscopisani e dei Fiarè Razionale, oltre che di traffico di influenze e corruzione elettorale in concorso con i politici Nicola Adamo e Luigi Incarnato. Giamborino figurava tra gli arrestati lo scorso 20 dicembre nel corso della maxi-operazione condotta dai carabinieri e della Dda di Catanzaro "Rinascita-Scott" contro le locali di 'Ndrangheta del Vibonese.
Adesso il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha riqualificato l'accusa di associazione mafiosa in quella di concorso esterno in associazione mafiosa. Previa l'esclusione dell'aggravante mafiosa sono stati annullati dal Riesame il capo relativo alla corruzione elettorale e quelli relativi al traffico di influenze illecite, accogliendo così in gran parte le richieste del difensore di Giamborino, l'avvocato Anselmo Torchia. Giamborino ha oggi stesso lasciato il carcere di Reggio Calabria per recarsi libero e senza scorta nella propria abitazione ove sarà detenuto in regime di domiciliari. Secondo l'accusa Giamborino avrebbe ottenuto vantaggi "impegnandosi in maniera fattiva, continuativa e concreta ad agire per gli interessi e vantaggi dell'organizzazione, offrendo ovvero promettendo la somministrazione di utilità di varia natura, ivi incluso il conseguimento di impieghi pubblici (in particolar modo, l'aggiudicazione di lavori ad imprenditori vicini ai Piscopisani) e privati, mantenendo i rapporti con esponenti di altre articolazioni della 'Ndrangheta (segnatamente, della cosca Fiarè, Razionale, Gasparro) e con i 'colletti bianchi (professionisti, imprenditori, politici, appartenenti alla massoneria), di riferimento per la risoluzione dei problemi dell'organizzazione".
Sempre il Riesame ha emesso altri due provvedimenti nei confronti di altrettante persone coinvolte nell'inchiesta. Il primo è Michele Lo Bianco, detto "u cicciu", al quale viene contestato il capo associativo, con i giudici che hanno accolto l'istanza avanzata dagli avvocati Michelangelo Miceli e Leopoldo Marchese nell'interesse del loro cliente già condannato nel processo antimafia "Nuova Alba". Il secondo è Danilo Tripodi, assistente giudiziario dell'allora presidente del Tribunale di Vibo Alberto Filardo. I giudici del Riesame hanno escluso la contestazione di concorso esterno in associazione mafiosa, accogliendo le argomentazioni della difesa, rappresentata dall'avvocato Francesco Sabatino, ma confermando l'ipotesi di corruzione in atti giudiziari. Così è stato disposto il mantenimento allo stato della misura della custodia in carcere.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa