Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Omicidio Kuciak, il killer chiede scusa: ''Il dolore mi ha spezzato''

Mafie News

Omicidio Kuciak, il killer chiede scusa: ''Il dolore mi ha spezzato''

di AMDuemila
Il racconto dell’assassino del giornalista e della sua ragazza oggi in aula nella testimonianza del killer che si è pentito, dichiarandosi colpevole

“Ho bussato alla porta, Ján Kuciak mi ha aperto, io gli ho sparato al cuore”. E’ questo il racconto di Miroslav Marcek (in foto), 37 anni, killer del giornalista slovacco, Ján Kuciak, ucciso il 22 febbraio del 2018, insieme alla sua fidanzata Martina Kusnírová. L’uomo quest’oggi in aula ha confessato la sua responsabilità come autore dell’omicidio e si è scusato con i familiari delle vittime. Tutto questo è accaduto all’interno del processo che si svolge a Pezinok, presso Bratislava con estreme misure di sicurezza. Uno tra i principali accusati è l'oligarca Marián Kocner, ritenuto dagli inquirenti il presunto mandante, il quale secondo l’accusa dei magistrati “avendo visto che era inutile continuare a insultare diffamare o minacciare i reporter, non ha esitato a trovare un'altra via per farli tacere: eliminarli fisicamente”.
L’ex militare ha raccontato con tanta precisione lo svolgersi dell’atto che portò alla morte del giornalista e della sua ragazza. “Ho suonato il campanello. Ján Kuciak è venuto subito ad aprirmi la porta. Io avevo la mia pistola in pugno, ho puntato al cuore e gli ho sparato un colpo a bruciapelo. - ha detto in aula - Mi sarei fermato a quel punto, ma purtroppo mi sono accorto che in casa era presente anche un'altra persona. Ho udito rumori, i suoi passi. Allora sono entrato, l'ho trovata. Cercava di nascondersi fuggendo in cucina, ho sparato anche a lei”. Poi il killer ha raccontato che “volevo uccidere la donna, non era nei miei piani, ma era testimone, mi aveva visto. Poi uscendo ho di nuovo sparato a bruciapelo su Kuciak che, agonizzante a terra, si contorceva dal dolore. - ha continuato - Mi spiace per le loro famiglie, le ho viste in tv narrare il loro dolore. Sono spezzato dal dolore anch'io, ma non posso tornare indietro, non posso cambiare quel che è accaduto”.
La testimonianza di Marcek è importante soprattutto per la posizione del principale imputato, ovvero Marian Kocner.
Gli imputati sono Kocner, la segretaria dell’oligarca Alena Zsuzsová, il secondo killer Tomás Szábó, e Zoltan Andrusko che aveva fatto da intermediario tra Kocner e i criminali.
Il mese scorso, Andrusko è stato condannato a 15 anni di carcere, dopo aver patteggiato. Andrusko, secondo i giudici, ha mediato tra Marcek e suo cugino Tomas Szabo, un ex poliziotto che avrebbe fatto da autista al killer.

ARTICOLI CORRELATI

Caso Kuciak: condannato a 15 anni intermediario del duplice omicidio

Ricordando Ján Kuciak, un giornalista coraggioso

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa