Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Droga: operazione ''Pablito'' a Palermo, 8 misure cautelari

Mafie News

Droga: operazione ''Pablito'' a Palermo, 8 misure cautelari

di AMDuemila - Video
Sono otto le ordinanze di misure cautelari emesse per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti dopo cinque mesi di indagini. E' il bilancio dell'operazione denominata "Pablito", con cui i carabinieri sono riusciti a smantellare la filiera dello spaccio che riforniva di hashish la piazza palermitana di Misilmeri. Tre degli indagati sono stati condotti nella Casa Circondariale di Termini Imerese: Salvatore Baiamonte 47 anni, Matteo Algozzino, 41 anni, e Giuseppe Pizzo di 25; il quarto, Pietro Perez, 31 anni è agli arresti domiciliari, mentre ad altri tre indagati è stata notificata la misura cautelare dell'obbligo di dimora nel comune di residenza, nonché dell'obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria. L'ottavo indagato infine, il diciottenne B.G. che però all'epoca dei fatti era ancora minorenne, si trova nel carcere minorile "Malaspina" di Palermo. L'attività investigativa, condotta dai carabinieri della compagnia di Misilmeri e coordinata dalla procura di Termini Imerese, attraverso pedinamenti e servizi di osservazione ha consentito di documentare oltre 600 episodi di spaccio da parte degli indagati nei confronti di ragazzi, molti dei quali minorenni. I pusher facevano capo a Salvatore Baiamonte il quale si riforniva di ingenti quantitativi di hashish da alcuni "grossisti" palermitani tra i quali Giuseppe Pizzo e Matteo Algozzino. Gli indagati, per fare riferimento allo stupefacente per telefono, utilizzavano termini convenzionali come "croccantini", "cose marroni", "lenticchie", "pigiamini". Durante le indagini i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato 3 persone, sequestrato circa 700 grammi di hashish e segnalato alla prefettura decine di clienti.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...


L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...

CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...


LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa