Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Strage via d'Amelio: indagato il medico di Riina, Antonino Cinà

Mafie News

Strage via d'Amelio: indagato il medico di Riina, Antonino Cinà

di AMDuemila
Il gip ha rigettato la richiesta di archiviazione presentata dalla procura

Antonino Cinà, il medico del Capo dei capi Totò Riina, già condannato in primo grado a 12 anni di carcere nel processo di Palermo sulla trattativa Stato-mafia e ora di nuovo imputato in appello sempre per minaccia a corpo politico dello Stato, è finito nella lista degli indagati della procura di Caltanissetta per la strage di via d’Amelio del 19 luglio 1992. Del fascicolo riguardante Cinà giunge notizia solo adesso in quanto la giudice delle indagini preliminari di Caltanissetta, Valentina Balbo, ha rigettato la richiesta di archiviazione presentata dalla procura quasi due anni fa, come riporta l’Adnkronos. Il gip ha fissato un’udienza per discutere del caso il prossimo 28 ottobre, al Tribunale di Caltanissetta, dove il magistrato potrebbe disporre nuovi approfondimenti. Per l’udienza di fine mese fra le parti citate come parti offese ci sono anche gli imputati che erano stati accusati ingiustamente dai pentiti e poi tornati in libertà ma si tratta di un errore della cancelleria del gip del Tribunale di Caltanissetta. Le uniche parti offese "sono i familiari del giudice Borsellino e quelli degli agenti della scorta" ha precisato il procuratore aggiunto Gabriele Paci.
"Con il rigetto della richiesta di archiviazione formulata dalla procura di Caltanissetta, si prospetta la preziosa opportunità di un ulteriore importante approfondimento nella ricostruzione dei tempi e delle ragioni della strage di via d'Amelio e dell’accelerazione nella sua esecuzione. Sulla posizione di Cinà, infatti, possono trovare un formidabile punto di saldatura gli scenari illustrati dalla Corte d'Assise di Caltanissetta nella sentenza del processo Borsellino quater e dalla Corte d'Assise di Palermo nella sentenza sulla trattativa Stato-Mafia”, ha commentato l’avvocato di parte civile Fabio Repici.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa