Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Omicidio Caccia, fissato incidente probatorio per l'inchiesta su D'Onofrio

Mafie News

Omicidio Caccia, fissato incidente probatorio per l'inchiesta su D'Onofrio

di Aaron Pettinari
L'ex pentito Pavia sarà sentito davanti al Gip il prossimo 13 marzo

Lo storico malavitoso torinese, vicino alla famiglia Belfiore, e già collaboratore di giustizia, Vincenzo Pavia, verrà sentito come testimone, in sede di incidente probatorio, il prossimo 13 marzo, dal gip di Milano Stefania Pepe nell'ambito del filone di indagine a carico dell'ex militante di Prima Linea, Francesco D'Onofrio, sull'omicidio del procuratore di Torino, Bruno Caccia.
L'inchiesta è condotta dalla Procura generale di Milano che ha avocato l'inchiesta nel novembre scorso dopo che la Procura aveva chiesto l'archiviazione. A quest'ultima, tramite l'avvocato Fabio Repici, si era opposta la famiglia Caccia.
Ora il Gip vuole approfondire alcuni temi, accogliendo la richiesta del sostituto pg Galileo Proietto di sentire Pavia chiedendogli di riferire se, all'epoca dell'omicidio del magistrato, ucciso nel giugno 1983, D'Onofrio "frequentava il gruppo dei calabresi facenti capo a Domenico Belfiore o se comunque è mai stato notato con appartenenti al predetto gruppo".
Certo è che Pavia, già nel dicembre 1995, aveva rilasciato alcune dichiarazioni sul delitto. “Se parlo dell’omicidio Caccia devo coinvolgere carabinieri e magistrati, per il momento non mi sento sicuro”, aveva detto ai magistrati. “Temo per la mia famiglia - aggiungeva - e non voglio far riaprire fascicoli chiusi, ci sono coinvolte molte persone, carabinieri e altri (...). Ho delle sorelle e dei fratelli, ho paura che gli succeda qualcosa”. Addirittura il pentito affermava di aver preso parte a discussioni per l'omicidio ed aver partecipato, molti mesi prima, “a sopralluoghi per individuare Caccia” anche assieme a Placido Barresi (altro cognato di Belfiore però assolto nel processo, ndr).
Adesso Pavia dovrà tornare a testimoniare. Per l'omicidio del giudice Caccia è stato condannato in via definitiva, come mandante, Domenico Belfiore, boss della 'Ndrangheta e a capo dell'omonimo clan. Nel febbraio scorso, la Corte d'Assise d'Appello di Milano ha confermato la condanna al carcere a vita per Rocco Schirripa, panettiere 65enne ritenuto esecutore materiale del delitto del magistrato.

ARTICOLI CORRELATI

Delitto Caccia, in aula sarà sentito D'Onofrio

Omicidio Caccia, il pentito Pavia ed il ''verbale dimenticato''

Caso Caccia, la famiglia si oppone all'archiviazione di D'Onofrio

Delitto Caccia, la Procura generale di Milano avoca l'inchiesta su D'Onofrio

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...

ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...


GLI AGNELLI

GLI AGNELLI

by Antonio Parisi

Quando il conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, insieme...

VITTORIO ARRIGONI

VITTORIO ARRIGONI

by Anna Maria Selini

Nei campi con i contadini e in mare...


IL GIOCO DI LOLLO

IL GIOCO DI LOLLO

by Federica Angeli

Una madre, una giornalista e una città, Ostia,...

MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by I.M.D.

Estorsioni, spaccio di droga, violenza e controllo totale...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa