Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Reggio Calabria, furto nell'abitazione del pm Di Palma

Mafie News

Reggio Calabria, furto nell'abitazione del pm Di Palma

di palma robertodi AMDuemila
Brutto episodio ieri a Reggio Calabria nei confronti del sostituto procuratore distrettuale Roberto Di Palma. Nella giornata di ieri soggetti ignoti si sono introdotti nella propria abitazione privata, un appartamento al quarto piano in un condominio nella zona sud della città, portando via diversi oggetti di scarso valore e le chiavi stesse dell'abitazione e dell'ufficio in Procura. Un gesto ritenuto dagli inquirenti particolarmente "inquietante" considerato che i malviventi hanno persino lasciato nei cassetti una somma di denaro che il magistrato teneva nella propria scrivania. Ugualmente sono stati trovati aperti i cassetti degli armadi ma senza che l'abitazione fosse stata messa a soqquadro.
L’episodio è stato denunciato dallo stesso magistrato e, secondo quanto appreso, i ladri si sarebbero introdotti nell’appartamento senza forzare (apparentemente) la serratura di ingresso. Il fatto è avvenuto mentre la famiglia di Di Palma si trovava in vacanza.
Nessun altro commento è stato fatto da Di Palma, che si è trincerato nel già stretto riserbo.
In questi anni si è occupato della 'Ndrangheta della Piana di Gioia Tauro e recentemente è stato applicato anche su Reggio Calabria per seguire delicate indagini. E' tra i firmatari dell'inchiesta "Cent’anni di storia", che riguarda lo scontro di Gioia Tauro tra i Piromalli e i loro ex alleati e imparentati, i Molè, scontro che ha causato numerosi morti tra le fila di questi ultimi, lasciando anche emergere i legami che i Piromalli tenevano con l’ex senatore Marcello Dell’Utri tramite il faccendiere italo-venezuelano Aldo Miccichè, per condizionare il voto degli italiani all’estero in favore di Forza Italia.
Altra inchiesta importante è stata quella "Mammasantissima" relativo al così detto "invisibile", l’avvocato Giorgio De Stefano, condannato a venti anni di reclusione con il rito abbreviato. Dopo quanto accasuto il prefetto di Reggo Calabria, Nicola Di Bari, ha convocato il Comitato per l’Ordine e la sicurezza pubblica.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...

ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...


GLI AGNELLI

GLI AGNELLI

by Antonio Parisi

Quando il conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, insieme...

VITTORIO ARRIGONI

VITTORIO ARRIGONI

by Anna Maria Selini

Nei campi con i contadini e in mare...


IL GIOCO DI LOLLO

IL GIOCO DI LOLLO

by Federica Angeli

Una madre, una giornalista e una città, Ostia,...

MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by I.M.D.

Estorsioni, spaccio di droga, violenza e controllo totale...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa