Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca L'operazione ''Ragnatela'' scuote il comune di Guidonia, gli affari della ''Mafia bianca''

Mafie News

L'operazione ''Ragnatela'' scuote il comune di Guidonia, gli affari della ''Mafia bianca''

schermo gdfdi Giuliano Girlando
Ben quindici ordinanze di custodia cautelare, 12 in carcere e 3 ai domiciliari, questo è il risultato dell’operazione condotta dal nucleo della Guardia di Finanza della provincia di Roma sul comune di Guidonia. Ad emetterle il gip Alberto Cisterna del Tribunale di Tivoli su richiesta della Procura della Repubblica di Tivoli, dal pool composto dal procuratore capo Menditto, dai sostituti procuratori Calice, Pacifici, Di Domenico e Guerra titolari dell’inchiesta che aveva già portato agli arresti domiciliari l’ex sindaco Eligio Rubeis. Le accuse rivolte agli arrestati vanno dall’associazione a delinquere alla corruzione al peculato. Nell’ambito dell’operazione denominata “Ragnatela“, condotta da oltre 160 finanzieri nei confronti di un’organizzazione criminale radicata nel comune di Guidonia Montecelio e dedita a reati contro la pubblica amministrazione sono finiti in manette Andrea di Palma, ex vicesindaco e assessore alla cultura, insieme a l’ex segretario generale Rosa Mariani e ai dirigenti comunali Angelo De Paolis, Gilberto Pucci e Gerardo Argentino, oltre ai funzionari Michele Maccaroni e Maurizio Rocchi. A Rebibbia sono finiti anche l’ex consigliere comunale di Forza Italia Alberto Morelli, Massimo Egidi, dipendente della Sap, l’imprenditore Francesco Dei, 41enne titolare della Saitrav (anche lui inquisito) che avrebbe consegnato una busta con 14 mila euro per il rilascio di un’autorizzazione finalizzata all’apertura di una nuova cava di travertino e Antonio Sisti, 45enne geometra di Castel Madama e dipendente della “Mario Cipriani”, impresa appaltatrice del parcheggio di Montecelio e del grande progetto del ponte dell’Arci tra i comuni di Tivoli e Castelmadama, progetto finanziato dalla Regione Lazio. Per il titolare dell’impresa il Gip ha respinto la richiesta di arresto, così come nei confronti di Maurizio P., un imprenditore di Guidonia sospettato di aver elargito tangenti. Secondo quanto emerso dall’ordinanza del Gip Cisterna “un’organizzazione criminale si è insiediata all’interno del comune di Guidonia Montecelio e, profittando della copertura offerta da ruoli amministrativi e politici di rilievo, ha depredato le risorse pubbliche e la fiducia dei cittadini, in un clima di connivenza e di omertà che ha offerto protezione e impunità per anni ai partecipi del gruppo. Una mafia bianca ha espugnato le istituzioni ergendosi a soggetto regolatore della vita pubblica ed economica di uno dei più importanti comuni della regione Lazio.”

arresti

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

FUOCO CRIMINALE

FUOCO CRIMINALE

by Rossella Canadè

Una notte di novembre, a qualche chilometro da...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...

IL RITORNO DEL PRINCIPE

IL RITORNO DEL PRINCIPE

by Saverio Lodato, Roberto Scarpinato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...


L'AGENDA ROSSA DI PAOLO BORSELLINO

L'AGENDA ROSSA DI PAOLO BORSELLINO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Questo non è soltanto un libro su un’agenda...

L'ILLEGALITA' PROTETTA

L'ILLEGALITA' PROTETTA

by Rocco Chinnici

Uno per uno ci scelse: noi magistrati che...


PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

by Alessandra Turrisi

A 25 anni dalla morte (19 luglio 1992),...

GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

by Carlo Sarzana di Sant'Ippolito

Ancora oggi, i misteri fondamentali che gravano sulle...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta