Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Csm unanime: Morvillo a Trapani, Cartosio a Termini

Mafie News

Csm unanime: Morvillo a Trapani, Cartosio a Termini

toga giudice webzAttese le nomine per procuratore Messina e aggiunti Palermo
di AMDuemila
All'unanimità la quinta commissione per il conferimento degli incarichi del Consiglio superiore della magistratura ha nominato Alfredo Morvillo nuovo procuratore di Trapani. L'ufficializzazione giungerà solo dopo il voto del plenum, per il neo procuratore che attualmente guida la Procura di Termini Imerese. Un trasferimento speculare a quello che affronterà invece Ambrogio Cartosio, che per sei mesi ha guidato la procura trapanese, dopo che il procuratore Marcello Viola si è insediato a Firenze. Cartosio, infatti, è stato proposto all'unanimità come capo della Procura di Termini Imerese.
Alfredo Morvillo, entrato in magistratura nel '78, è fratello di Francesca, la moglie del giudice Giovanni Falcone uccisa assieme al marito nella strage di Capaci del 23 maggio del '92. Morvillo è stato pretore a Corleone fino al 1981, poi si è trasferito alla procura di Palermo fino al '96, con la carica di giudice per le udienze preliminari al tribunale prima, e presidente di sezione poi. Nel '91, anno della sua costituzione, è diventato componente della Direzione distrettuale antimafia. Dal 2000 al 2009 è stato procuratore aggiunto, fino a quando non ha lasciato la Procura di Palermo per quella di Termini Imerese. Morvillo ha anche rappresentato la pubblica accusa nel processo a Bruno Contrada, ex numero tre del Sisde, per il quale nel '96 fu ottenuta la condanna a dieci anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Negli ultimi anni di attività investigativa si è concentrato sulle indagini riferite alla cosca di San Lorenzo a Palermo, che nel 2007 sfociarono nell'arresto dei capimafia Salvatore e Sandro Lo Piccolo.
Cartosio, originario di Partinico, è stato membro della Direzione distrettuale antimafia di Palermo, concentrandosi nello specifico nei reati di mafia dell'agrigentino, ed è stato poi nominato procuratore aggiunto a Trapani. Insieme all'ex procuratore di Trapani Marcello Vila ed all'aggiunto Andrea Tarondo è stato destinatario di pesanti intimidazioni.
Nelle prossime settimane il Consiglio Superiore della Magistratura dovrebbe decidere anche sulla guida della Procura di Messina (per la quale correva anche Morvilllo) al posto di Guido Lo Forte, che è andato in pensione. Per il posto vacante ad essere favorito è il sostituto procuratore antimafia Maurizio de Lucia. Si attende anche la decisione sui procuratori aggiunti di Palermo (carica per la quale aveva fatto richiesta anche Cartosio).

Le recensioni di AntimafiaDuemila

UNA STRAGE SEMPLICE

UNA STRAGE SEMPLICE

by Nando dalla Chiesa

Capaci. E la sua continuazione, via D'Amelio. Una...

LA MAFIA DIMENTICATA

LA MAFIA DIMENTICATA

by Umberto Santino

I caporioni della mafia stanno sotto la salvaguardia...


IL PATTO INFAME

IL PATTO INFAME

by Luigi Grimaldi

Napoli, la mattina del 27 aprile 1982 un...

CANI SENZA PADRONE

CANI SENZA PADRONE

by Carmelo Sardo

C'è stato un tempo in cui, nella Sicilia...


1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

by Alex Corlazzoli

A pochi giorni dall’anniversario dell’attentato in via D’Amelio,...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


FUOCO CRIMINALE

FUOCO CRIMINALE

by Rossella Canadè

Una notte di novembre, a qualche chilometro da...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta