Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Visite in carcere a Cuffaro: 28 ''finti'' assistenti di deputati rischiano il processo

Mafie News

Visite in carcere a Cuffaro: 28 ''finti'' assistenti di deputati rischiano il processo

cuffaro totoLa Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio
di AMDuemila
Era il 22 gennaio 2011 quando l'ex Governatore della Sicilia, Totò Cuffaro finì rinchiuso a Rebibbia dopo che la Cassazione rese definitiva la condanna per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra. Da quel momento, in carcere, iniziarono diverse visite da parte di sottosegretari, ex ministri, parlamentari nazionali, europei e regionali siciliani. Ognuno, come consente la legge, si portava appresso un collaboratore. Solo che non si trattava di segretari o assistenti, ma di amici, in gran parte anche loro politici, dell’ex presidente della Regione Sicilia.
In molti si sarebbero spacciati per collaboratori degli onorevoli in modo da evitare l'obbligo di presentare la richiesta di colloquio necessaria per incontrare un detenuto. I politici, infatti, godono di particolari diritti, tra cui quello di visitare i carcerati in qualsiasi momento evitando le lunghe file.
Per questo motivo la Procura di Roma aveva avviato un'indagine per falso. All'inizio gli indagati erano 41, nei giorni scorsi il procuratore aggiunto Michele Prestipino ed il sostituto Barbara Zuin hanno chiesto il rinvio a giusizio nei confronti di 28 persone, ovvero l’ex ministro Calogero Mannino, la senatrice Anna Bonfrisco, l’ex sottosegretario Antonio Buonfiglio, il giornalista Renato Farina, l’avvocato dello Stato Filippo Maria Bucalo, gli ex deputati regionali Nunzio Cappadona, Giuseppe Scalia, Sebastiano Sanzarello e Pippo Gianni, l’ex assessore Gian Maria Sparma, gli ex senatori Vladimiro Crisafulli, Giuseppe Firrarello, Giuseppe Ruvolo, Cosimo Izzo e Maria Giuseppa Castiglione, Salvatore Cuffaro (cugino omonimo dell’ex presidente), Antonina Saitta (dipendente del Comune di Monreale), Attilio Tripodi (dirigente del ministero dell’Agricoltura), Giuseppe Castania (dirigente medico del Cannizzaro di Catania), Giuseppe Di Carlo (ex direttore della Asl di Agrigento), Davide Durante (ex presidente di Confindustria Trapani), Cataldo Salerno (ex presidente della Kore di Enna), Antonio Marino (collaboratore di studio dell’avvocatessa Grazia Volo), Stefano Ciccardini (il marito di Anna Bonfrisco), Francesco Di Chiara, Alessandro Di Paolo, Gaetano Mancuso e Salvatore Rinaldi. Il giudice Livio Sabatini ha già fissato l'udienza preliminare che si terrà il prossimo 14 marzo. Per altri 13 indagati, invece, si profila la richiesta di archiviazione.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CAMORRA NOSTRA

CAMORRA NOSTRA

by Giorgio Mottola

«Non chiamatela Camorra. È Cosa Nostra».Questa sorprendente dichiarazione...

ITALICUS

ITALICUS

by Paolo Bolognesi , Roberto Scardova

Troppe cose ancora rimaste in sospeso: enigmi, fatti...


MAFIA. Vita di un uomo di mondo

MAFIA. Vita di un uomo di mondo

by Alfredo Galasso, Angelo Siino

Angelo Siino, «pentito» eccellente e collaboratore di giustizia,...

IL FILO DEI GIORNI

IL FILO DEI GIORNI

by Maurizio Torrealta

«Vedi, sono stati tutti arruolati dentro quella che...


SHAKK

SHAKK

by Antonio Gerardo D'Errico

Shakk è la storia dei nostri tempi. Il...

FARE DEL MALE NON MI PIACE

FARE DEL MALE NON MI PIACE

by Giusy La Piana

Killer, guardaspalle, "ragioniere", fantasma, mediatore, guru dei picciotti,...


I NOSTRI CENTO PASSI

I NOSTRI CENTO PASSI

by AA.VV.

Un'eccezionale testimonianza dei ragazzi delle scuole della "Rete...

PERCHÉ NO

PERCHÉ NO

by Marco Travaglio, Silvia Truzzi

"Marco Travaglio e Silvia Truzzi smontano a una...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta