Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Cassazione: Genchi condannato per diffamazione

Mafie News

Cassazione: Genchi condannato per diffamazione

genchi c giorgio barbagalloInsieme al giornalista Montolli, per il libro “Il caso Genchi”
di AMDuemila
La Cassazione ha confermato la condanna per diffamazione, già emessa in primo grado e in appello, per il consulente informatico Gioacchino Genchi e il giornalista Edoardo Montolli, che insieme hanno scritto il libro "Il caso Genchi. Storia di un uomo in balia dello Stato", nel quale il poliziotto accusa di essere stato vittima di un accanimento giudiziario.
La querelle giudiziaria si è quindi conclusa a favore di Nello Rossi (attualmente avvocato generale della Cassazione, nel 2009 procuratore aggiunto di Roma e titolare con Achille Toro, dell’inchiesta per abuso d’ufficio a carico di Genchi e dell’ex pm Luigi de Magistris) che a seguito dell'uscita del libro aveva sporto querela. In uno degli stralci del volume in questione Rossi viene accostato a Toro (processato per lo scandalo della "cricca" dei Grandi Eventi). Si legge: “Tra le cartelle sequestrate c’era in calce il loro nome: Achille Toro e Nello Rossi, con all’interno le intercettazioni con Toro e i traffici telefonici indiretti dei due magistrati…”.
Montolli e Genchi erano stati condannati a 40 mila euro di risarcimento e al risarcimento delle spese. La difesa del giornalista, dal canto suo, aveva sostenuto nel ricorso la questione del diritto di cronaca e di critica dei giornalisti, insieme all'eventuale responsabilità che hanno nei confronti delle parole pronunciate da un intervistato che si sarebbe avvalso di toni diffamatori. Montolli infatti, secondo l'avvocato Fabio Schembri andava assolto in quanto il diritto di cronaca è superiore rispetto al contenuto del libro, potenzialmente diffamatorio.

Foto © Giorgio Barbagallo

ARTICOLI CORRELATI

Libro Genchi, Cassazione dirà se c'è diffamazione

Inchiesta “Why not”: De Magistris e Genchi entrambi condannati in primo grado

Guerra tra Procure Parla Gioacchino Genchi

Intervista a Genchi - L'anomalia Italia in mille pagine

Le recensioni di AntimafiaDuemila

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...


FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...

IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...


AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

by Antonella Mascali

Questo libro raccoglie i principali interventi, le interviste,...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa