Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Strage Ciaculli, 51 anni dopo a Palermo onorata la memoria delle vittime

Mafie News

Strage Ciaculli, 51 anni dopo a Palermo onorata la memoria delle vittime

messineo-francesco-big0Messineo: "Non dobbiamo mai abbassare la guardia"
di AMDuemila - 30 giugno 2014
Palermo. A 51 anni dalla strage di Ciaculli a Palermo che provocò la morte di sette persone sono state deposte stamani corone di alloro per commemorarli. Il 30 giugno 1963, nel corso della prima guerra di mafia che caratterizzò i primi anni Sessanta, una Giulietta Alfa Romeo, imbottita di tritolo e parcheggiata nei pressi dell’abitazione di un parente del boss mafioso Salvatore Greco, esplose, provocando la morte di sette persone, tra carabinieri, poliziotti e artificieri dell’Esercito.

E stamattina l'associazione nazionale della Polizia di Stato, sezione provinciale di Monreale, con una nutrita rappresentanza in uniforme sociale e con la Bandiera, ha reso gli onori ai caduti, depositando corone di fiori nel luogo dell’eccidio. Le vittime furono il tenente dell’Arma Mario Malausa e il maresciallo capo Calogero Vaccaro, i carabinieri Eugenio Altomare e Marino Fardelli, il maresciallo della polizia Silvio Corrao, il maresciallo dell’Esercito Pasquale Nuccio e il soldato Giorgio Ciacci. Alla cerimonia hanno preso parte i vertici delle forze dell'ordine, il questore di Palermo Maria Rosaria Maiorino, l'assessore regionale Patrizia Valenti e il procuratore capo di Palermo Francesco Messineo. "Esprimere certezze sulla possibilità che possa essere finita la stagione delle stragi di mafia ha sempre un tasso di pericolosità - ha detto il procuratore a margine della commemorazione - Ciaculli ha rappresentato l'inizio della contrapposizione e dell'aggressione allo Stato che ci auguriamo possa essersi conclusa con le stragi del 1992. Io non posso che augurarmi che si sia trattata di una vittoria definitiva". Ma c'è sempre molta attenzione da parte della Procura anche alla luce delle minacce ad alcuni magistrati che si occupano delle inchieste contro Cosa Nostra. "Le minacce generano sempre il timore che possano avvenire fatti delittuosi e tragici - ha aggiunto Messineo - Lo Stato è riuscito attraverso indagini e il controllo del territorio a sventare questi tentativi. Anche se non si può dare nulla per certo".

Fonte: ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa