Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cronaca Dell'Utri estradato dal Libano: destinazione carcere di Rebibbia

Mafie News

Dell'Utri estradato dal Libano: destinazione carcere di Rebibbia

dellutri-marcello-web13Video all'interno!
di AMDuemila - 13 giugno 2014

L'ex senatore è stato poi trasferito a Parma
Marcello Dell'Utri è giunto all'aeroporto di Fiumicino alle 6:45 con un volo proveniente da Beirut, dove da due mesi si trovava agli arresti ospedalieri. Estradato dal Libano, l'ex senatore di Forza Italia arrestato lo scorso 12 aprile all’Hotel Phoenicia di Beirut è stato accompagnato da agenti dell'Interpol. Dell'Utri è stato trasferito in ambulanza dall'aeroporto di Fiumicino al carcere di Rebibbia e affidato al reparto infermeria. Di seguito, l'ex senatore è stato portato a Parma: qui, nel carcere che è anche quello del boss Totò Riina, sconterà i sette anni di reclusione previsti dalla sentenza.
Negli uffici della Polaria di Fiumicino ufficiali e funzionari della Dia provenienti da Palermo hanno notificato a Marcello Dell'Utri l'ordinanza di esecuzione della pena. Il provvedimento era stato emesso dalla Procura generale di Palermo subito dopo la sentenza della Cassazione, pronunciata il 9 maggio, con la quale è diventata definitiva la condanna dell'ex senatore per concorso esterno in associazione mafiosa.

Ancora a bordo dell'aereo dell'Alitalia, Dell'Utri, che non ha rilasciato alcuna dichiarazione, è stato preso in consegna da funzionari ed agenti della Polizia di frontiera e accompagnato in uno degli uffici della Polaria per le incombenze burocratiche del caso: dalla foto di segnalamento, alla notifica dell'ordine di arresto emesso il 7 aprile, dalla Corte d'appello di Palermo dopo la condanna a 7 anni in secondo grado per concorso esterno in associazione mafiosa, alla conferma della sentenza da parte della Corte di Cassazione.



Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa