Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Focus Radio Radicale, stop alla proroga della convenzione con il Mise

Mafie News

Radio Radicale, stop alla proroga della convenzione con il Mise

di AMDuemila
Non ammesso l’emendamento per salvare l’emittente

Rischia seriamente di chiudere i battenti Radio Radicale che da oggi non gode più della convenzione con il ministero dello Sviluppo economico, che la maggioranza di Governo, in primis il Movimento 5 Stelle, ha deciso di non rinnovare giudicando eccessivi i 14 milioni di euro l’anno concessi all’emittente. In Parlamento, infatti, sono state ritenute inammissibili tutte le proposte di proroga, a partire dall’emendamento della Lega firmato da Massimiliano Capitanio per consentire un’estensione di sei mesi con una copertura di 3,5 milioni. L’emendamento è compreso nel terzo delle proposte di modifica al decreto Crescita che non hanno passato il vaglio dell’ammissibilità nelle commissioni Bilancio e Finanze della Camera.
Ora i gruppi avevano tempo fino alle 14.15 per presentare i ricorsi. Poi si dovrà passare a segnalare non più di 500 emendamenti, come deciso dalle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, per iniziare a votare a partire dal 28 maggio.
La maggioranza dichiara inammissibili tutti gli emendamenti - compreso quello della Lega - per salvare Radio Radicale, faremo ricorso - ha annunciato su Twitter il deputato del Pd Filippo Sensi - A che gioco stanno giocando sulla pelle di lavoratori e diritto all’informazione? Si prendono una responsabilità gravissima”.
Il deputato del Pd Roberto Giachetti, ricoverato in ospedale proprio per lo sciopero della sete e della fame contro il mancato rinnovo della convenzione, parla in collegamento telefonico con la sala stampa di Montecitorio: "Rimane la speranza per i ricorsi che portino a un dibattito parlamentare la prossima settimana - ha detto - e alla proroga della convenzione". C'è anche il direttore di Radio Radicale Alessio Falconio. Ha già annunciato che, senza una proroga, da giugno gli stipendi non potranno essere pagati.
La Lega e Fratelli d’Italia hanno annunciato comunque di voler presentare ricorso, per fare ancora un ultimo tentativo. L’esito dei ricorsi nelle commissioni Bilancio e Finanza delle Camera si saprà in serata.
Un rebus anche politico, quello di Radio radicale. La Lega ha più volte detto di voler salvare l'emittente, perfino il vicepremier Luigi Di Maio ha aperto qualche spiraglio ("Troveremo una soluzione", aveva detto il 29 aprile, nonostante il muro alzato dal sottosegretario all'editoria Vito Crimi). Al momento, però, l'unica certezza è che la convenzione è scaduta.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Salviamo Radio Radicale!

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

by Floriana Bulfon

Un documento giornalistico straordinario e di estrema attualità,...

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...


IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...

FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...


IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...

AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa