Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Focus Il boss Frank Calì ucciso a colpi di pistola a New York

Mafie News

Il boss Frank Calì ucciso a colpi di pistola a New York

di AMDuemila
E’ il primo assassinio di rilievo negli ambienti della criminalità organizzata americana da oltre 30 anni

Il boss della famiglia Gambino di New York, Francesco ‘Frank’ Calì, 53 anni, è stato ucciso con 6 colpi di pistola in un agguato ieri sera davanti alla sua abitazione di Staten Island, a New York. Trasportato in ospedale, è poi morto a causa delle gravi ferite d’arma da fuoco. L’assassinio è avvenuto alle 21, ore locale, e le 2 della notte in Italia.
Secondo alcuni testimoni, i killer non avrebbero solo sparato contro il boss ma lo avrebbero anche investito con l’auto - non identificata - con cui poi sono fuggiti. Secondo i giornali americani, quello di ieri sera è il primo assassinio di rilievo negli ambienti della mafia newyorkese da oltre 30 anni.
La famiglia Gambino è una delle cinque storiche famiglie mafiose italoamericane di New York insieme ai Genovese, i Lucchese, i Colombo e i Bonanno.
La polizia americana ha fatto sapere che al momento le indagini sono ancora in corso e non ci sono stati arresti. Per gli investigatori Calì avrebbe assunto la reggenza dell’organizzazione da Domenico Cefalù nel 2015. E nel 2008 aveva scontato 16 mesi di reclusione per estorsione. Quello di ieri sera non è stato il primo omicidio nella storia del quartiere. Anche Paul Castellano, ucciso nel 1985 a colpi di arma da fuoco fuori da un ristorante della famiglia Gambino, possedeva una casa lì. Il ricco quartiere di Todt Hill di Staten Island è famoso per i suoi collegamenti con ambienti criminali, fu usato come location anche nel film Il Padrino.
Il capo più famoso della famiglia newyorkese è stato John Gotti, che fu condannato nel 1992 per 13 omicidi e una serie di altri reati. E’ poi morto nel 2002.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

by Antonella Mascali

Questo libro raccoglie i principali interventi, le interviste,...

LA MAFIA DEI PASCOLI

LA MAFIA DEI PASCOLI

by Nuccio Anselmo, Giuseppe Antoci

Milioni di euro guadagnati per anni in silenzio...


BLOODY MONEY

BLOODY MONEY

edited by Massimiliano Virgilio

Un sistema di corruzione politica che ruota intorno...

PROFONDO NERO

PROFONDO NERO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Erano gli anni Settanta. Il giornalista De Mauro...


CASAMONICA

CASAMONICA

by Nello Trocchia

È il 20 agosto 2015 quando per la...

UN'AVVENTURA SINDACALE

UN'AVVENTURA SINDACALE

by Anna Vinci

Figlia di madre nubile, nata e cresciuta in...


PECUNIA NON OLET

PECUNIA NON OLET

by Alessandro Da Rold

"Seguite i soldi, troverete la mafia".Giovanni Falcone"Se ‘Vituzzu’...

IN CULO ALLA MAFIA

IN CULO ALLA MAFIA

by Emanuele Cavallaro

È un testimone di giustizia. Che non è...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa