Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Focus Omicidio Congiusta, depositate le motivazioni della sentenza di Cassazione

Mafie News

Omicidio Congiusta, depositate le motivazioni della sentenza di Cassazione

congiusta gianluca 610Così gli ermellini hanno assolto il boss Costa
di AMDuemila
Sono state depositate le motivazioni della sentenza con la quale i giudici della Corte di Cassazione hanno assolto in via definitiva, lo scorso 19 aprile, il boss Tommaso Costa per l'omoicidio di Gianluca Conggiusta, ucciso a Siderno nel 2005 con un colpo di fucile da caccia sparatogli al volto. Una sentenza che di fatto ha ribaltato la tesi della Dda di Reggio Calabria che riteneva Costa come il responsabile della morte del giovane commerciante e che vedeva lo stesso condannato in primo e secondo grado e da altri giudici d'appello dopo il rinvio della Cassazione. Secondo la Suprema Corte "gli elementi a sostegno della tesi dell'accusa non hanno superato il limite del ragionevole dubbio". "La sentenza impugnata - è scritto nelle motivazioni - non ha rispettato le indicazioni espresse dalla sentenza rescindente, rimanendo all'interno del perimetro già ritenuto illegittimo da detta sentenza". Secondo l'accusa, ed i giudici di primo e secondo grado, il movente dell'omicidio era il tentativo di sventare un’estorsione ai danni del suocero.
La Cassazione considera "carente la doppia sentenza di merito, sul piano della coerenza logica del discorso giustificativo giudiziale, con riferimento alla ritenuta finalizzazione omicidiaria, perché privo del tassello specifico e concreto", ravvisando come "più logica una azione omicidiaria indirizzata verso la persona dell’imprenditore - Antonio Scarfò - che non verso il futuro genero, reo sì di aver fatto partecipe un componente della cosca avversa della lettera estorsiva, ma con il quale aveva stretto di seguito un rapporto di colleganza, senza considerare la distanza di tempo intercorrente tra la consegna della lettera e l’azione omicidiaria". E' così che si mette il sigillo su una vicenda che attende giustizia da oltre tredici anni. Una sentenza che lascia sconcertati soprattutto i familiari che da anni lottano proprio affinché la verità potesse emergere. Mario Congusta, il padre del giovane imprenditore, dopo la sentenza aveva commentato: "È una sconfitta dello Stato. Non è possibile che gli assassini ci siano e non vengano trovati”. Ed anche la sorella di Gianluca, Roberta, appresa la sentenza della Cassazione sull’omicidio del fratello, su Facebook aveva scritto: “Oggi il dubbio che essere onesti sia inutile diventa certezza. Oggi Luca lo hanno ucciso per la seconda volta, oggi niente ha più senso…oggi siamo morti tutti!”. Leggendo le motivazioni della sentenza disperazione e rabbia sono più che mai legittimate.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...

TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...


IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...


LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa