Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Focus Lo Voi: ''Mafia fenomeno globale. Serve cooperazione tra Stati''

Mafie News

Lo Voi: ''Mafia fenomeno globale. Serve cooperazione tra Stati''

lovoi francesco c imagoeconomica 2Il Procuratore capo di Palermo è intervenuto a Strasburgo
di AMDuemila
"Siamo davanti a un nuovo trend nella mafia. Cosa nostra è da sempre attenta a sfruttare ogni occasione che possa portare nuovi business e gli investigatori si trovano davanti nuove e sempre più complesse sfide". A dirlo è stato il Procuratore capo di Palermo, Francesco Lo Voi, intervenuto al Consiglio d'Europa a Strasburgo. Il magistrato ha spiegato come Cosa nostra, da fenomeno criminale locale, sia diventata una mafia globale capace di estendere i propri tentacoli oltre i confini nazionali e infiltrarsi nella società, nella politica e nell'economia. Ovviamente si è discusso anche delle stragi e dell'attacco alle istituzioni e l'avveniristico approccio nella lotta alla criminalità organizzata di due magistrati come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Lo Voi, nel suo lungo intervento, ha raccontato l'evoluzione della mafia, la lunga e cruenta guerra dichiarata dai clan allo Stato, gli omicidi "eccellenti" e le misure legislative e giudiziarie messe in campo per contrastare Cosa nostra. Una battaglia quella tra legalità e crimine organizzato che non sarebbe stata la stessa senza il contributo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino che pagarono con la vita il loro coraggio ed anche le loro intuizioni investigative. Prima tra tutte quella di combattere i clan seguendo i flussi monetari, le ricchezze illecite. "Se prima bastava 'studiare' gli assegni, perché era quello il mezzo di trasferimento del denaro, ora milioni di euro si muovono con un click dal pc e seguire i soldi e capire dove si fermano, dove vengono reinvestiti è diventato ancora più difficile" ha spiegato ancora il Procuratore capo di Palermo.
Lo Voi ha anche parlato dei sequestri e le confische dei beni, della legge sui pentiti, del carcere duro insistendo sulla necessità di una nuova cooperazione internazionale contro un fenomeno sempre più globale: "Questo impone un ulteriore sforzo verso una maggiore cooperazione internazionale e soprattutto la creazione di una nuova cultura di cooperazione investigativa. Molti cambiamenti ci sono stati, molto lavoro è stato fatto, ma molto ancora ce ne è da fare".
All'incontro hanno partecipato, tra gli altri, il presidente della Corte europea dei Diritti Umani Guido Raimondi, l'ambasciatore Marco Marsilli e Jan Kleijssen, direttore dell'Unità società dell'informazione e azione contro il crimine.

Fonte: ANSA

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

PADRINI FONDATORI

PADRINI FONDATORI

by Marco Lillo, Marco Travaglio

Quella del 20 aprile 2018 è una sentenza...

ITALIA OCCULTA

ITALIA OCCULTA

by Giuliano Turone

"Una storia nera. Una storia purtroppo vera. Italia occulta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


IL BENE POSSIBILE

IL BENE POSSIBILE

by Gabriele Nissim

Secondo il Talmud ogni generazione conosce trentasei zaddiqim...

CORRUZIONE E ANTICORRUZIONE

CORRUZIONE E ANTICORRUZIONE

by Raffaele Cantone, Enrico Carloni

Ogni volta che un politico o un funzionario...


I NUOVI POTERI FORTI

I NUOVI POTERI FORTI

by Franklin Foer

Google, Amazon, Facebook, Apple, ormai note con l’acronimo...

PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE

PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE

by Valentina Furlanetto, Alex Zanotelli

Questo libro racconta il razzismo di ieri e...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa