Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Focus Processo ''Breakfast'': Berlusconi non si presenta

Mafie News

Processo ''Breakfast'': Berlusconi non si presenta

berlusconi silvio c ansa 2di AMDuemila
Ancora una volta Silvio Berlusconi è riuscito a sottrarsi dal comparire come testimone al tribunale di Reggio Calabria. Dove si sta svolgendo il processo “Breakfast” a carico dell'ex ministro dell'Interno Claudio Scajola e della moglie di Amedeo Matacena, Chiara Rizzo, per procurata inosservanza della pena aggravata dall'avere favorito un'associazione mafiosa dello stesso Matacena, oggi latitante a Dubai.
Ieri mattina, “Il Cavaliere” ha fatto sapere all’avvocato incaricato della sua convocazione, il legale Candido Bonaventura, difensore della moglie di Matacena, di non poter essere presente in aula a causa di un incontro con il premier turco Erdogan, fissato per le cinque e mezza di pomeriggio. Incontro che però non si è mai verificato.
L’avvocato Niccolò Ghedini in aula ha quindi spiegato che l’ex premier “aveva chiesto un incontro privato con Erdogan e proprio per questo è rimasto a Roma, ma non è stato possibile realizzarlo”. E’ da inizio anno che Berlusconi rimanda la sua convocazione, una volta per “un concomitante impegno al tribunale di Tempio Pausania dove è impegnato come parte offesa”, un’altra volta per “impegni di campagna elettorale”. Ad ogni modo Ghedini ha assicurato che l’ex premier in aula si presenterà, ma solo dopo che la campagna elettorale sarà conclusa. Infatti la sua testimonianza è fissata per il 26 marzo. In quell’occasione Silvio Berlusconi potrà finalmente spiegare, di fronte ai giudici e al procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo, l’incontro di cui parla Scajola, avuto con l’ex presidente libanese Amin Gemayel e il faccendiere italiano Vincenzo Speziali che nella scorsa udienza, dopo aver scelto i patteggiamento, avrebbe ammesso di aver aiutato Amedeo Matacena, latitante a Dubai, nel tentativo di raggiungere il Libano.

Foto © Ansa

ARTICOLI CORRELATI

Scajola: ''Mi interessai per asilo politico Matacena. Non è reato''

Processo Scajola, Berlusconi chiamato a deporre

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...

I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...


Libri in primo piano

avanti mafiaSaverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto




Ncollusi homeino Di Matteo
e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA

Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


la mafia ha vinto 2017 ppSaverio Lodato

LA MAFIA HA VINTO
Intervista con Tommaso Buscetta