Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Focus Mancata rivelazione delle fonti, Stefania Limiti assolta: il fatto non sussiste

Mafie News

Mancata rivelazione delle fonti, Stefania Limiti assolta: il fatto non sussiste

limiti stefania c emanuele di stefanodi AMDuemila
Carenze probatorie, impossibilità di proseguire il processo: assoluzione in via pre-dibattimentale

“Il Tribunale di Roma, presieduto dal Dr. Iulia della quarta sezione penale, ha assolto con la formula perchè il fatto non sussiste la giornalista Stefania Limiti, imputata ai sensi dell’articolo 371 bis codice penale per non aver rivelato ai pubblici ministeri di Caltanissetta, nonostante l'ordine del Giudice delle indagini preliminari, l'identità della fonte di un proprio libro, ‘Doppio Livello’ sulla strage di Capaci”. Nella sua pagina facebook spicca il comunicato degli avvocati Valerio Vartolo e Andrea Di Pietro, quest’ultimo per conto di “Ossigeno per l’informazione” e del suo Ufficio Legale.
“Il Tribunale - si legge nella nota - ha assolto la giornalista in via pre-dibattimentale, ai sensi dell’art. 129 c.p.p., perché la Procura di Roma non è riuscita a definire e provare correttamente, già nel capo di imputazione, i fatti attribuiti alla Limiti. Il Tribunale aveva già rinviato il processo, accogliendo l’eccezione dei difensori sul difetto di contestazione e sulle carenze probatorie da parte della Procura di Roma, e oggi ha preso atto dell’impossibilità di proseguire il processo, e quindi di entrare nel merito, sulla base dell’originaria contestazione”. Tranciante il commento della Limiti: “La vicenda mostra la superficialità dell’accusa che mi ha chiamata in giudizio senza neanche provvedere a fornire materiale sufficiente per la mia condanna. Insomma, sembrerebbe quasi, ma certamente non è così!, che la Procura abbia puntato solo sull’aspetto intimidatorio e dimostrativo, anziché sulle ragioni del diritto, come se fossero meno interessati ad una mia effettiva condanna.
Se fosse così sarebbe proprio una sgradevole interferenza nell’attività giornalistica. Grazie a tutti per la solidarietà e l’affetto”.

Alla collega Stefania Limiti l’abbraccio forte di tutta la redazione di ANTIMAFIADuemila

Foto © Emanuele Di Stefano

ARTICOLI CORRELATI

Stefania Limiti indagata: ''I giornalisti tutelano le loro fonti!''

Strage Capaci. Subito rinviato il processo a Stefania Limiti

La strategia dell'inganno

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa