Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Focus Processo Panta Rei: la Corte rigetta la ricusazione del giudice

Mafie News

Processo Panta Rei: la Corte rigetta la ricusazione del giudice

toga giudice imagoeconomicadi AMDuemila
Resta Nicola Aiello il Gup nel procedimento “Panta Rei”. Rigettata l’istanza di ricusazione nei confronti di Aiello avanzata da alcuni imputati.
Il tutto nasceva dal fatto che Aiello aveva firmato, mentre sostituiva i colleghi nelle ferie estive, alcune proroghe di indagini e dei decreti di intercettazione nella fase delle indagini. Questo, secondo i difensori di boss e gregari, creava una incompatibilità con i successivi atti di giudizio. Lo stesso giudice, allora, aveva posto la questione al presidente dei Gip che aveva però rigettato l'istanza di incompatibilità.
Ecco quindi che i legali degli imputati avevano chiesto la ricusazione. Ieri la terza sezione civile della Corte d’Appello ha messo la parola fine alla questione.
Ora restano meno di 15 giorni per decidere il rinvio a giudizio se si vuole evitare il rischio che 23 indagati vengano scarcerati per scadenza dei termini della custodia cautelare. A complicare le cose inoltre c’è il problema della revoca degli avvocati di difese di alcuni imputati. Nella scorsa udienza preliminare infatti, in segno di protesta per il fatto che il Gup non si fosse astenuto, buona parte degli imputati avevano  revocato il mandato ai loro avvocati difensori.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'ILLEGALITA' PROTETTA

L'ILLEGALITA' PROTETTA

by Rocco Chinnici

Uno per uno ci scelse: noi magistrati che...

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

by Alessandra Turrisi

A 25 anni dalla morte (19 luglio 1992),...


GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

by Carlo Sarzana di Sant'Ippolito

Ancora oggi, i misteri fondamentali che gravano sulle...

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

by Angiolo Pellegrini

Palermo, gennaio 1981. Quando il capitano Angiolo Pellegrini...


L'ASSEDIO

L'ASSEDIO

by Giovanni Bianconi

Tragico e coinvolgente, "L'assedio" ci riporta a uno...

QUEL TERRIBILE ’92

QUEL TERRIBILE ’92

edited by Aaron Pettinari

Di tutti gli anni della nostra storia recente,...


STATO DI ABBANDONO

STATO DI ABBANDONO

by Riccardo Tessarini

L’opera è narrata in prima persona ed è...

GIUSTIZIALISTI

GIUSTIZIALISTI

by Sebastiano Ardita, Piercamillo Davigo

«Noi con le nostre forze di Polizia li...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta