Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Focus Di Matteo deciderà sul trasferimento alla Pna. Lunedì torna davanti al Csm

Mafie News

Di Matteo deciderà sul trasferimento alla Pna. Lunedì torna davanti al Csm

scorta civica agende rosseIntanto la società civile scende in piazza per manifestare solidarietà
di AMDuemila
Ancora due giorni e si saprà la decisione che il sostituto procuratore di Palermo, Antonino Di Matteo, ha preso sulla proposta di trasferimento alla Procura nazionale antimafia, avanzato dal Csm dopo i nuovi elementi emersi sul progetto di attentato nei suoi confronti. Nelle scorse settimane, il magistrato, dopo una nota inviata dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi al Csm, era stato convocato a Palazzo dei marescialli dove aveva avuto un lungo colloquio con il vice presidente Giovanni Legnini. Poi era stato ascoltato anche dalla Terza Commissione. L’ipotesi prospettata dal Consiglio superiore della magistratura è quella di un trasferimento per ragioni di sicurezza e il pm, titolare delle indagini sulla trattativa Stato-mafia, aveva preso tempo prima di dare una risposta definitiva. Intanto nella giornata di oggi la società civile è tornata a farsi sentire per esprimere la propria solidarietà al magistrato.


Le associazioni Scorta civica ed Agende Rosse, infatti, hanno organizzato un corteo partito nella mattinata dal Tennis club di San Lorenzo, Tc2, frequentato dal pm, indicato nelle recenti intercettazioni come uno dei luoghi possibili in cui compiere l’attentato. “Questa iniziativa nasce dopo aver saputo di queste ulteriori intercettazioni - hanno dichiarato gli organizzatori - Vogliamo esprimere la nostra vicinanza al magistrato e rompere ancora una volta il silenzio assordante che si manifesta attorno a lui ed alle indagini che vengono condotte a Palermo”. Domani, sempre a Palermo, in programma una “biciclettata”, ancora in segno di solidarietà al pm, che da piazza Politeama attraverserà il centro cittadino.

VIDEO
Il servizio del TGS

ARTICOLI CORRELATI

Messina Denaro ordina l’attentato a Di Matteo: ''Si è spinto troppo oltre''

Processo trattativa, Vito Galatolo: “Su attentato Di Matteo apparati dello Stato dietro a Messina Denaro”

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL SANGUE NON SI LAVA

IL SANGUE NON SI LAVA

by Fabrizio Capecelatro

Dal traffico illecito di rifiuti all’omicidio di Don...

STORIA DI UNA PASSIONE POLITICA

STORIA DI UNA PASSIONE POLITICA

by Tina Anselmi, Anna Vinci

Tina Anselmi ripercorre i momenti più significativi del...


IL BANDITO DELLA GUERRA FREDDA

IL BANDITO DELLA GUERRA FREDDA

by Pietro Orsatti

In questo Paese, dove l’atto di nascita della Repubblica fu...

LA LISTA

LA LISTA

by Lirio Abbate

Luglio 1999: Massimo Carminati svuota il caveau della...


SALVATO DA UN MALEDETTO DESTINO

SALVATO DA UN MALEDETTO DESTINO

by Roberto Anteghini, Jonathan Arpetti

Le pagine di questo libro raccontano un’avventura umana...

CAMORRA NOSTRA

CAMORRA NOSTRA

by Giorgio Mottola

«Non chiamatela Camorra. È Cosa Nostra».Questa sorprendente dichiarazione...


ITALICUS

ITALICUS

by Paolo Bolognesi , Roberto Scardova

Troppe cose ancora rimaste in sospeso: enigmi, fatti...

MAFIA. Vita di un uomo di mondo

MAFIA. Vita di un uomo di mondo

by Alfredo Galasso, Angelo Siino

Angelo Siino, «pentito» eccellente e collaboratore di giustizia,...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta