Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Camorra Camorra, favorì la latitanza di Michele Zagaria: arrestato un imprenditore

Mafie News

Camorra, favorì la latitanza di Michele Zagaria: arrestato un imprenditore

di AMDuemila
Era in arrivo da Bucarest in Romania

L’imprenditore Vincenzo Inquieto, 51 anni, esponente del clan dei casalesi accusato di associazione di tipo mafioso e di aver favorito la latitanza del boss Michele Zagaria detto “Capastorta”, è stato arrestato ieri sera all’aeroporto di Capodichino. Grazie a un continuo monitoraggio da parte degli investigatori sui continui spostamenti dell'imprenditore aversano il quale, giunto in Italia con un volo proveniente da Bucarest, ha trovato ad accoglierlo gli agenti della Dia di Napoli. Inoltre, è stato disposto dall'Autorità Giudiziaria partenopea il sequestro di un immobile di proprietà di Inquieto e fittiziamente intestato ad una persona deceduta.
Dalle indagini è venuto a galla che gli affari dei Casalesi sarebbero stati gestiti, negli ultimi anni, da una serie di imprenditori aggregatosi alla famiglia Zagaria. Secondo gli investigatori, in questo contesto si sarebbe inserita la famiglia Inquieto, originaria di Aversa nel casertano, con i fratelli Vincenzo e Nicola (già arrestato nell'aprile 2018 in Romania) avrebbe favorito la latitanza del boss Michele Zagaria. Dalle indagini è emerso che il ruolo di Vincenzo Inquieto sarebbe stato anche quello di coadiuvarlo nelle relazioni esterne: riceveva ed inviava pizzini per conto del boss ed interagiva con gli altri componenti della famiglia Zagaria. Nel dettaglio, secondo la ricostruzione degli inquirenti, Inquieto, fino al 2011, attraverso due aziende, operanti entrambe nel settore edile, idraulico ed elettrico e della distribuzione del gas, veniva favorito nell'affidamento di commesse pubbliche e private, nell'intero agro aversano, per intercessione del suo capo “Capastorta”.
L’importante operazione odierna e al seguito di quella del 12 aprile 2019 quando, in esecuzione ad un analogo provvedimento restrittivo, fu tratto in arresto, a Pitesti, in Romania, il fratello Nicola Inquieto poi condannato lo scorso maggio in primo grado dal Tribunale di Napoli Nord a 16 anni di carcere per la partecipazione al sodalizio casalese. In quell’occasione fu eseguito uno dei più importanti sequestri operati dalla magistratura italiana all'estero (oltre 400 appartamenti, tre società, tutti riconducibili a Michele Zagaria e gestiti, per suo conto, da Nicola Inquieto). Secondo gli investigatori dopo l’arresto del fratello Nicola, Vincenzo, che si era trasferito a Pitesti subito dopo la sua scarcerazione, sarebbe diventato il nuovo rappresentante della famiglia Inquieto in territorio romeno, dove abitava stabilmente, facendo raramente rientro in Italia.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MORO. IL CASO NON E' CHIUSO. LA VERITA' NON DETTA

MORO. IL CASO NON E' CHIUSO. LA VERITA' NON DETTA

by Maria Antonietta Calabrò , Giuseppe Fioroni

Tutto quello che la gente sa sul cosiddetto...

ARAFAT

ARAFAT

by Stefania Limiti

Il conflitto israelo-palestinese è stato esacerbato dalla ritrosia...


SAVE THE MAFIA CHILDREN

SAVE THE MAFIA CHILDREN

by Giuliana Adamo

I figli della ’Ndrangheta nascono per seguire le...

IL LEGIONARIO

IL LEGIONARIO

edited by Luca Palestini

Italia, 1974-1983. Nel Paese delle stragi senza colpevoli,...


GIUDIZIO UNIVERSALE

GIUDIZIO UNIVERSALE

by Gianluigi Nuzzi

l nuovo libro di Gianluigi Nuzzi. Un viaggio...

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa