Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Camorra Parola di Schiavone jr: ''Sindaco era 'tramite' tra Zagaria e Cosentino''

Mafie News

Parola di Schiavone jr: ''Sindaco era 'tramite' tra Zagaria e Cosentino''

griffo michele intervistadi AMDuemila
Il collaboratore di giustizia sentito al processo contro l'ex primo cittadino Griffo

"Dal 1998 Michele Zagaria ha controllato il Comune di Trentola Ducenta e il suo ex sindaco Michele Griffo". Con queste parole il collaboratore di giustizia Nicola Schiavone, figlio del capoclan dei Casalesi Francesco "Sandokan" Schiavone, sentito ieri in video-conferenza al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), ha aggravato la posizione dell'ex primo cittadino Griffo, imputato per concorso esterno nel processo relativo alla realizzazione e alla gestione del centro commerciale Jambo di Trentola. Come annunciato dal sostituto della Dda di Napoli Maurizio Giordano, dopo le dichiarazioni di Schiavone jr, c'è la volontà di modificare il capo di imputazione in associazione camorristica. La nuova ipotesi dell'accusa è che Griffo fosse più "un intraneo al clan" che persona a disposizione. Il figlio del boss, reggente del clan dal 2004 al giugno 2010, quando fu arrestato, ha anche specificato che "Griffo faceva da tramite tra Michele Zagaria e Nicola Cosentino, nel senso che portava a Zagaria i messaggi di Cosentino e viceversa". Sul centro commerciale Jambo, di proprietà dell'imprenditore Alessandro Falco, anch'egli imputato, che per la Dda sarebbe riconducibile direttamente al boss Zagaria, Schiavone ha detto che "fu proprio l'amministrazione di Trentola guidata da Griffo a favorire in tutti i modi l'ampliamento della struttura, che in pochi anni, da un piccolo centro divenne uno dei più importanti della regione". Schiavone ha spiegato di aver "incontrato più volte Griffo, limitandomi a salutarlo". Il collaboratore racconta di quando un altro ex sindaco di Trentola, Nicola Pagano (imputato), gli fece visita a casa. "Venne a trovarmi con Sebastiano Ferraro (ex consigliere provinciale condannato, ndr), chiese il mio sostegno contro l'altra lista che era appoggiata da Michele Griffo, che dopo due mandati non poteva più candidarsi". "Zagaria qualche volta ha fatto brutte figure con i sindaci, nel senso che venivano elette persone che sfuggivano al suo controllo, come accadde a Casapesenna con Giovanni Zara. A Casal di Principe non abbiamo mai sbagliato, tranne nel 1994 quando fu eletto Renato Natale. Ma poi rimediammo facendolo cadere".

ARTICOLI CORRELATI

Schiavone jr: ''Grazie a Cosentino 100 mila metri quadri per il centro commerciale 'Principe'''

Le recensioni di AntimafiaDuemila

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...


FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...

IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...


AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

by Antonella Mascali

Questo libro raccoglie i principali interventi, le interviste,...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA DEI PASCOLI

LA MAFIA DEI PASCOLI

by Nuccio Anselmo, Giuseppe Antoci

Milioni di euro guadagnati per anni in silenzio...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa