Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Camorra Camorra, ''Piano dei Cesaro per calunniare il pm''

Mafie News

Camorra, ''Piano dei Cesaro per calunniare il pm''

toga braccia incr c ansaParla un detenuto: “Volevano alzare un polverone”
di AMDuemila
Gli imprenditori Aniello e Raffaele Cesaro, fratelli del deputato di Fi ed ex presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro, che sono in carcere dal maggio dello scorso anno perché ritenuti in rapporti di affari con il clan camorristico dei Polverino, avevano progettato un piano per calunniare il sostituto della Dda Mariella Di Mauro, titolare dell'inchiesta, accusandola falsamente di condurre l'indagine a loro carico per motivi politici. A sostenerlo è un testimone, Elio Cafiero, detenuto per rapina nel carcere di Poggioreale e in particolare nello stesso padiglione dove sono reclusi i fratelli Cesaro.
Il verbale di interrogatorio reso in qualità di testimone da Cafiero - le cui dichiarazioni sono al vaglio degli inquirenti - è stato depositato dai pm della Dda agli atti del Tribunale del Riesame di Napoli chiamato a pronunciarsi sulla richiesta di revoca della ordinanza cautelare nei confronti di Cesaro.
Cafiero ha anche parlato dei suoi rapporti con i Cesaro, ai quali avrebbe estorto anche somme di denaro per garantire la loro incolumità in carcere. Inoltre ha raccontato che gli imprenditori gli avrebbero promesso 30mila euro se avesse denunciato che la pm Di Mauro induceva gli indagati a rendere false dichiarazioni di accusa (“questa proposta di pagarmi per calunniare la pm me la fece Aniello che disse che la pm era fascista e che faceva questo processo perché erano prossime le elezioni e quindi vi erano anche motivi politici”). Secondo il detenuto questo era necessario per “sollevare un polverone” e gli imprenditori gli promisero in cambio anche la messa a disposizione per i suoi familiari di un appartamento di loro proprietà a Milano. Immediata la risposta del legale dei Cesaro, Vincenzo Maiello (che unitamente al professor Franco Coppi e agli avvocati Raffaele Quaranta e Paolo Trofino assiste i due imprenditori): "Si tratta di oblique farneticazioni dettate dal risentimento determinato da insoddisfatte richieste estorsive. I miei assistiti non si faranno massacrare da calunnie tanto evidenti quanto strumentali e restano ancora in attesa che le plurime denunce presentate all'Autorità Giudiziaria per gravissimi reati consumati ai loro
danni vengano perseguiti con fermezza e rigore".

Foto © Ansa

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa