Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Camorra Lettere in carcere e ''mesate'' per gli affiliati: arrestato il cassiere del clan Mallardo

Mafie News

Lettere in carcere e ''mesate'' per gli affiliati: arrestato il cassiere del clan Mallardo

guardia di finanza arrestodi Francesco Ferrigno
Reperiva fondi illeciti, gestiva la cassa e distribuiva le “mesate” agli affiliati: con queste accuse nelle scorse ore è finito in manette Agostino D’Alterio, considerato dalle autorità colui che gestiva le finanze del clan di camorra dei Mallardo. L’operazione è stata effettuata dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria della guardia di finanza di Napoli, coordinati dal tenente colonnello Pasquale Ambrosino. D’Alterio è destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia (Dda) partenopea. Secondo le fiamme gialle D’Alterio, già indagato in passato per presunti legami alla camorra, attraverso le proprie attività economiche nel settore assicurativo e dell’infortunistica stradale favoriva l’organizzazione criminale attiva nella provincia di Napoli, in particolare a Giugliano in Campania. L’uomo si adoperava per curare i rapporti e lo scambio di notizie tra i vertici del clan, anche tramite lettere tra detenuti quando i boss finivano in carcere. Inoltre l’uomo avrebbe collaborato nella gestione della cassa comune della cosca, distribuendo gli stipendi tra gli affiliati e tra i familiari di camorristi arrestati. Fondi che venivano reperiti anche attraverso il controllo di società di scommesse sportive e di video-slot. Il gip ha disposto nei confronti di D’Alterio anche un provvedimento di sequestro per un valore di 700mila euro: sigilli a immobili, quote societarie e rapporti finanziari.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IN NOME DEL FIGLIO

IN NOME DEL FIGLIO

by Jole Garuti

Il 6 agosto 1985 la mafia uccise a...

LA VERITÀ SUL PROCESSO ANDREOTTI

LA VERITÀ SUL PROCESSO ANDREOTTI

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

Giulio Andreotti è stato assolto dall’accusa di associazione...


IL LINGUAGGIO MAFIOSO

IL LINGUAGGIO MAFIOSO

by Giuseppe Paternostro

In che modo un'associazione che ha fatto del...

MORTE DEI PASCHI

MORTE DEI PASCHI

by Franco Fracassi, Elio Lannutti

La vicenda che ruota intorno al Monte dei...


FIUMI D'ORO

FIUMI D'ORO

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

10 luglio 1973: viene rapito a Roma John...

IL CASO DAVID ROSSI

IL CASO DAVID ROSSI

by Davide Vecchi

Le ultime ore di vita di David RossiLa...


UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

by Giacomo Cacciatore

Questo libro racconta la vera storia della scomparsa...

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

by Simona dalla Chiesa

"Un papà con gli alamari" non è una...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-agg
Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia



ho ucciso giovanni falcone homeSaverio Lodato

HO UCCISO
GIOVANNI FALCONE

La confessione
di Giovanni Brusca