Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Camorra Voleva creare un nuovo clan e proclamarsi boss: arrestato Carlo Avallone 'o fantasma

Mafie News

Voleva creare un nuovo clan e proclamarsi boss: arrestato Carlo Avallone 'o fantasma

avallone carlo catturadi Francesco Ferrigno
Voleva creare un nuovo clan e per questo aveva organizzato stese, raid e gambizzazioni in provincia di Napoli: nelle scorse ore i carabinieri hanno arrestato il 30enne Carlo Avallone alias ‘o fantasma. I militari del Gruppo d’Intervento Speciale (Gis) hanno eseguito un decreto di fermo nei suoi confronti emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia (Dda) di Napoli. Le accuse nei suoi confronti sono di tentato omicidio, tentata estorsione, detenzione e porto illegali di armi, reati aggravati dalla finalità mafiosa.
Negli ultimi 4 mesi i carabinieri hanno monitorato l’evolversi della situazione tra Monteruscello e Licola. Qui erano stati registrati diversi episodi criminosi: spari contro una sala scommesse, un supermercato e un autolavaggio, due spacciatori gambizzati ma anche stese e raid intimidatori, minacce a commercianti e un plateale raid nel mercato ittico. In quest’ultimo caso uomini col viso coperto da passamontagna e armati di mitragliette hanno seminato il panico tra gli avventori.
Avallone, con l’aiuto di un gruppo di fedelissimi, stava cercando di affermare il proprio dominio sul territorio dopo lo smantellamento del clan camorristico Longobardi-Beneduce, colpito da decine di arresti lo scorso anno. In manette è finito anche il boss Gennaro Longobardi. Così il 30enne aveva messo nel mirino piazze di spaccio ed estorsioni per diventare il boss della nuova cosca.
I carabinieri hanno localizzato ‘o fantasma in una villetta di Pescopagano, a Caserta. Avallone era all’interno di una villetta insieme al suo giovane braccio destro, non ha opposto resistenza, né tentato la fuga, lasciandosi tranquillamente ammanettare. Sono state arrestate altre 6 persone (3 uomini e 3 donne) e denunciato un minorenne che dovranno rispondere di favoreggiamento personale.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA GIUSTIZIA E' COSA NOSTRA

LA GIUSTIZIA E' COSA NOSTRA

by Attilio Bolzoni, Giuseppe D'avanzo

Un libro di cui non si sa nulla...

GIORNALISTI IN TERRE DI MAFIA

GIORNALISTI IN TERRE DI MAFIA

by Attilio Bolzoni

Ci sono notizie che fanno male e ci...


IL BENE POSSIBILE

IL BENE POSSIBILE

by Gabriele Nissim

Secondo il Talmud ogni generazione conosce trentasei zaddiqim...

CORRUZIONE E ANTICORRUZIONE

CORRUZIONE E ANTICORRUZIONE

by Raffaele Cantone, Enrico Carloni

Ogni volta che un politico o un funzionario...


I NUOVI POTERI FORTI

I NUOVI POTERI FORTI

by Franklin Foer

Google, Amazon, Facebook, Apple, ormai note con l’acronimo...

PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE

PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE

by Valentina Furlanetto, Alex Zanotelli

Questo libro racconta il razzismo di ieri e...


GESU' E' PIU' FORTE DELLA CAMORRA

GESU' E' PIU' FORTE DELLA CAMORRA

by Aniello Manganiello, Andrea Manzi

"Gesù è più forte della camorra" è il...

L'ISOLA ASSASSINA

L'ISOLA ASSASSINA

by Carlo Bonini

Un'inchiesta sulle tracce di Daphne Caruana Galizia, la...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa