Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News 'Ndrangheta 'Ndrangheta: nuovamente arrestati due affiliati alla cosca Grande Aracri

Mafie News

'Ndrangheta: nuovamente arrestati due affiliati alla cosca Grande Aracri

di AMDuemila
I due erano già stati coinvolti nell'operazione "Grimilde"

La Squadra mobile di Bologna ieri ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Bologna, Alberto Ziroldi, su richiesta del pm della Dda Beatrice Ronchi, nei confronti di Paolo Grande Aracri, figlio di Francesco e nipote del boss Nicolino, e di Manuel Conte, ritenuti appartenenti all'associazione 'ndranghetista guidata dalla famiglia ed entrambi già colpiti a giugno da un provvedimento restrittivo, per estorsione e intestazione fittizia di beni. Infatti, i loro due nomi sono finiti nel fascicolo dell'operazione 'Grimilde' che ha fatto luce sull'azione della 'Ndrangheta nelle province emiliano-romagnole.
Secondo gli investigatori si sarebbero 'intromessi' nella compravendita di un bar, in centro a Parma. Con la sicurezza dell'appartenenza a un gruppo 'ndranghetista, avrebbero costretto il titolare 40enne, intenzionato a lasciare l'esercizio per problemi economici, a cederla a un prestanome per 10mila euro quando il prezzo di partenza si aggirava intorno ai 45mila euro. Inoltre, avrebbero assunto il proprietario come dipendente, non versandogli lo stipendio ma solo 20-30 euro come rimborso carburante, e lo avrebbero sottoposto a vessazioni fisiche e psicologiche.
Tutto questo è venuto alla luce, grazie ai racconti di testimoni e a nuovi accertamenti, gli investigatori hanno ricostruito la cessione del bar di Parma e le vicende connesse, risalenti agli ultimi mesi del 2017 e all'inizio del 2018. Secondo gli inquirenti, il titolare aveva trovato un acquirente che Grande Aracri e Conte avrebbero fatto desistere. Individuando un prestanome, da un notaio avrebbero definito la cessione dell'esercizio per 10mila euro che avrebbero versato al proprietario 40enne in quattro rate da 2.500 euro. Denaro che però i due, a quanto risulta agli investigatori, non avrebbero mai pagato. A lui, diventato dipendente dell'attività, Paolo Grande Aracri ha poi chiesto denaro: 17.500 euro. Soldi che il 40enne avrebbe recuperato da parenti e amici e poi versati al prestanome e quindi ai due arrestati. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, i contanti sarebbero transitati su alcune carte prepagate. Ricontattata dai due la prima persona che si era offerta di acquistare il bar, è poi stato concluso l'accordo di vendita per 35mila euro.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa