Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News 'Ndrangheta 'Ndrangheta: nuovo pentito all'interno del clan Piromalli

Mafie News

'Ndrangheta: nuovo pentito all'interno del clan Piromalli

trunfio francescoI primi verbali di Francesco Trunfio
di AMDuemila
Si è pentito Francesco Trunfio, membro della cosca dei Piromalli di Gioia Tauro, che ha iniziato a collaborare con i magistrati della Procura antimafia di Reggio Calabria. A riportare la notizia è la Gazzetta del Sud evidenziando come le dichiarazioni dell'ex boss possono generare un vero e proprio terremoto all'interno di uno dei clan della 'Ndragheta più potenti, che negli ultimi anni ha già visto altri membri "saltare il fosso", ed intraprendere un percorso di collaborazione con la giustizia. Soggetti come Marcello Fondocaro, medico vicino ai Piromalli, Arcangelo Furfaro, Pasquale Labate, Antonino Russo e Pietro Mesiani Mezzacuva che stanno svelando gli affari dell'organizzazione criminale.
La notizia del pentimento di Trunfio circolava già da alcuni giorni, ma solo ieri è stata ufficializzata quando il sostituito procuratore della Dda di Reggio Calabria, Francesco Ponzetta, ha chiesto l'acquisizione del verbale di dichiarazioni nell'ambito del processo "Spazio di libertà" davanti al collegio del Tribunale di Palmi.
Pur non essendo uno dei soggetti di vertice del clan Piromalli il collaboratore conosce comunque dinamiche e i nomi dei componenti di una delle cosche più pericolose della ‘ndrangheta e per questo può offrire un importante contributo. Attualmente il gioiese sta scontando una condanna a 14 anni e 8 mesi di carcere che gli è stata inferta nel primo grado del procedimento “Provvidenza”, operazione della Dda reggina contro la cosca Piromalli. Inchiesta che avrebbe scoperchiato i nuovi affari della cosca guidata, secondo gli investigatori, da Antonio Piromalli, figlio del boss Pino detto "facciata", condannato dal gup a 20 anni di carcere.
Trunfio durante la sua permanenza in carcere fu raggiunto da una nuova ordinanza di custodia cautelare per il tentato omicidio di Vincenzo Saverino. E dalla lettura di alcune intercettazioni confluite nelle carte di “Provvidenza”, gli inquirenti riuscirono a ricostruire la dinamica dell’accoltellamento di Trunfio a Saverino a Gioia Tauro il 29 luglio 2016. Uno scontro, quello tra i due giovani, che avrebbe innescato una serie di fibrillazioni tutte interne alla cosca Piromalli. Da quelle intercettazioni, infatti, gli investigatori scoprirono che alcuni membri del clan si proposero come mediatori per risolvere la situazione. Uno di questi sarebbe stato Girolamo Mazzaferro, elemento di vertice del clan della città del porto, e del sinopolese Carmine Alvaro classe '69.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

PADRINI FONDATORI

PADRINI FONDATORI

by Marco Lillo, Marco Travaglio

Quella del 20 aprile 2018 è una sentenza...

ITALIA OCCULTA

ITALIA OCCULTA

by Giuliano Turone

"Una storia nera. Una storia purtroppo vera. Italia occulta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


IL BENE POSSIBILE

IL BENE POSSIBILE

by Gabriele Nissim

Secondo il Talmud ogni generazione conosce trentasei zaddiqim...

CORRUZIONE E ANTICORRUZIONE

CORRUZIONE E ANTICORRUZIONE

by Raffaele Cantone, Enrico Carloni

Ogni volta che un politico o un funzionario...


I NUOVI POTERI FORTI

I NUOVI POTERI FORTI

by Franklin Foer

Google, Amazon, Facebook, Apple, ormai note con l’acronimo...

PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE

PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE

by Valentina Furlanetto, Alex Zanotelli

Questo libro racconta il razzismo di ieri e...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa