Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cosa Nostra Mafia, confiscata la villa al ''re del calcestruzzo''

Mafie News

Mafia, confiscata la villa al ''re del calcestruzzo''

di AMDuemila
Importante operazione, questa mattina, da parte dei finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Palermo che hanno eseguito, su richiesta della Sezione Misure di Prevenzione, un provvedimento di confisca di una mega villa, con piscina, area Spa e boschetto privato, al "re del calcestruzzo" di Borgetto, Benedetto Valenza, 57enne storico esponente della famiglia mafiosa di Borgetto (Palermo).
Valore totale della villa circa 4 milioni di euro. Valenza è stato coinvolto in diversi processi di Mafia. Figlio di Salvatore e nipote di Erasmo, esponenti di vertice della famiglia mafiosa di Borgetto, nonché vittime di lupara bianca, il 21 aprile del 1983, in quanto legati al gruppo del boss Gaetano Badalamenti. Fin dagli anni '90, Valenza era considerato l'imprenditore di riferimento per la produzione di calcestruzzi, delle famiglie mafiose dei Vitale e dei Brusca, riuscendo così a raggiungere una posizione di monopolio grazie alla protezione di Cosa nostra. Le indagini condotte tra il 2014 ed il 2016 avevano permesso alle Fiamme Gialle del Gico di Palermo di eseguire, nell'ottobre del 2016, il sequestro della villa di circa 600 metri quadri per complessivi 22 vani, con annesso un vasto parco di oltre 1,5 ettari comprendente numerosi altri corpi accessori nonché un garage coperto di 100 metri quadri e una piscina di 22 x 11 metri. Proprio grazie a questi ultimi approfondimenti investigativi, svolti anche attraverso l'analisi dei rilievi aerofotogrammetrici dal 1994, si è riusciti a dimostrare che la costruzione della villa sia in realtà avvenuta tra il 1994 ed il 1998, anni in cui Valenza già viveva in pieno la propria illecita espansione imprenditoriale. Per tale motivo, e alla luce della evidente sproporzione fra redditi dichiarati e beni posseduti concomitante con le manifestazioni di pericolosità sociale del Valenza (accertate con il primo decreto di confisca già nel 2001), la Sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo ha ritenuto che ricorrano a tutti i presupposti per disporre la confisca della villa e di tutte le sue pertinenze quantificate per un valore di circa 4 milioni di euro. In passato l'imprenditore era finito anche nell'inchiesta sul cemento depotenziato utilizzato per realizzare appalti pubblici.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MORO. IL CASO NON E' CHIUSO. LA VERITA' NON DETTA

MORO. IL CASO NON E' CHIUSO. LA VERITA' NON DETTA

by Maria Antonietta Calabrò , Giuseppe Fioroni

Tutto quello che la gente sa sul cosiddetto...

ARAFAT

ARAFAT

by Stefania Limiti

Il conflitto israelo-palestinese è stato esacerbato dalla ritrosia...


SAVE THE MAFIA CHILDREN

SAVE THE MAFIA CHILDREN

by Giuliana Adamo

I figli della ’Ndrangheta nascono per seguire le...

IL LEGIONARIO

IL LEGIONARIO

edited by Luca Palestini

Italia, 1974-1983. Nel Paese delle stragi senza colpevoli,...


GIUDIZIO UNIVERSALE

GIUDIZIO UNIVERSALE

by Gianluigi Nuzzi

l nuovo libro di Gianluigi Nuzzi. Un viaggio...

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa