Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sostieni AntimafiaDuemila con Pay Pal

Back Sei qui: Home Mafie News Cosa Nostra Mafia: Dia confisca beni per 10 mln ad Ercolano jr

Mafie News

Mafia: Dia confisca beni per 10 mln ad Ercolano jr

di AMDuemila
Beni per 10 milioni di euro sono stati definitivamente confiscati dalla Dia di Catania a Vincenzo Enrico Augusto Ercolano, 49 anni, figlio dello storico boss deceduto 'Pippo' e di Grazia Santapaola, sorella del capomafia ergastolano Benedetto ai vertici di 'Cosa nostra' etnea. Ad emettere il provvedimento è stata la Corte d'Appello di Catania dopo il pronunciamento irrevocabile della Cassazione nell'ambito delle indagini 'Sud Pontino' della Dia sui rapporti tra i clan camorristici dei Casalesi e dei Mallardo di Giuliano con la 'famiglia' mafiosa Santapaola-Ercolano. Al centro dell'inchiesta della Dda etnea la societa' "Geotrans Srl", di cui Vincenzo Ercolano curava l'intera attività, nonostante ne detenesse formalmente solo il 50%. L'indagato, inoltre, gestiva la società con metodi mafiosi, imponendo le tariffe di mercato e impendendo la libera attività del settore, e avrebbe anche utilizzato altre ditte per "recuperare" patrimonio aziendale e clienti della "Geotrans" dopo che era stata sequestrata.
Contestualmente il provvedimento dispone anche per Vincenzo Ercolano la sorveglianza speciale, con l'obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per la durata di tre anni, oltre al versamento di una somma di 20.000 euro a titolo di cauzione. Imposta anche l'applicazione dei divieti previsti dal codice antimafia: l'impossibilità di conseguire licenze o autorizzazioni, concessioni di qualsiasi genere, iscrizioni negli elenchi di appaltatori o di fornitori di opere, beni e servizi per la pubblica amministrazione e qualsiasi tipo di erogazione pubblica.

confisca ercolano geotrans

Le indagini della Dia di Catania che hanno portato al provvedimento odierno sfociarono nell'operazione "Sud Pontino" del 2006 e nella "Caronte" del 2014, con dichiarazioni di collaboratori di giustizia che lo hanno accusato di estorsioni, minacce e violenze, intestazione fittizia di beni. In particolare col blitz "Sud Pontino" fu smantellato un sodalizio criminale che aveva al centro dei suoi interessi l'importante Mercato Ortofrutticolo di Fondi e fece emergere la sua figura di gestore e controllore nel settore dei trasporti, in nome e per conto della Mafia. La confisca riguarda 100% delle quote, con relativo patrimonio aziendale, delle seguenti società: Geotrans Srl, costituita nel 1993 da Vincenzo Enrico Augusto Ercolano e dalla sorella Cosima Palma, di 56 anni, operante da anni nel settore del trasporto su gomma e della logistica, divenuta in breve tempo leader in tutta la Sicilia; Geotrans Logistica Frost Srl, società controllata dalla Geotrans Srl per il 99% e per l'1% da Vincenzo Enrico Augusto Ercolano, costituita nel 2009 da altri soci, che, successivamente, cedevano le proprie quote agli Ercolano; R.C.L, società costituita nel 2014 da alcuni dipendenti della Geotrans Srl; E.T.R. di Cosima Palma Ercolano, impresa individuale costituita nel 2001 e attiva nell'autotrasporto per conto terzi. Il valore del patrimonio confiscato è stimato dalla Dia in circa dieci milioni di euro.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

by Rocco Sciarrone, Luca Storti

Le mafie continuano a prosperare sia nelle zone...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

by Giorgio Bongiovanni

Le particolarità di questo libro 1. E’ la prima...


PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

by Benedetta Tobagi

Il racconto rigoroso e appassionante del grande processo...

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa