Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cosa Nostra Si pente il boss di Altavilla Milicia Francesco Lombardo

Mafie News

Si pente il boss di Altavilla Milicia Francesco Lombardo

collaboratore di giustiziadi Karim El Sadi
In tre mesi è il terzo boss di Cosa Nostra che decide di collaborare

Il primo passo, poco più di tre mesi fa, lo aveva fatto il figlio, Andrea, iniziando a collaborare con la giustizia. Oggi, dopo poco più di tre mesi, anche il padre, Francesco Lombardo, capomafia di Altavilla Milicia, ha deciso di saltare il fosso. La notizia è emersa ieri pomeriggio quando il sessantaduenne capomafia ha chiesto di prendere parola durante il processo d’appello che lo vede imputato insieme al figlio per associazione mafiosa ed estorsione (i Lombardo sono inoltre indagati per l’omicidio di Vincenzo Urso, ex fidanzato della figlia di Francesco Lombardo). La decisione di rompere con Cosa nostra sarebbe scaturita proprio dalla sollecitazione del figlio che una settimana fa aveva fatto un accorato appello al genitore nel corso dell’udienza: “Riappropriati della tua identità, questo mondo non ti appartiene. Sono tuo figlio, e normalmente sono i padri che danno i consigli, ma se posso permettermi, affidati alla giustizia, ammetti le tue colpe, credi in coloro che operano nella giustizia”. E così ha fatto il boss di Altavilla Milicia, ignorando i più stretti congiunti che hanno rinnegato entrambi, rifiutando la protezione offerta dallo Stato. Francesco Lombardo ha spezzato (si spera) quella catena che lo legava a Cosa Nostra, cominciando a collaborare con il Procuratore aggiunto Salvatore De Luca e i sostituti procuratori Francesca Mazzocco e Bruno Brucoli, con i quali sta già riempiendo pagine e pagine di verbali. Importanti saranno le sue dichiarazioni per via della sua posizione di rilievo all’interno dell’organizzazione criminale palermitana e non solo, della quale, si apprende, conosce molti dei segreti dell'ultima stagione mafiosa.
Francesco Lombardo è stato arrestato nel 2012. A prendere il suo posto al vertice della "famiglia" era stato il figlio Andrea, che per due anni ha tenuto le redini del clan, per poi finire in manette nell'ambito dell'inchiesta denominata Reset. Tre mesi fa il 36enne è passato dalla parte dello Stato. “Questi anni di carcere mi sono serviti per prendere coscienza di cosa volessi fare nel futuro" aveva detto. Il pentimento del capomafia di Altavilla rappresenta un nuov terremoto all’interno di Cosa Nostra che ha visto l’ennesimo affiliato scegliere la via della collaborazione. Negli ultimi tre mesi, infatti, è il terzo mafioso che ha cambiato rotta. Prima di lui, dopo il blitz “Cupola 2.0”, c’erano state le collaborazioni di Francesco Colletti, boss di Villabate, e Filippo Bisconti, boss di Belmonte Mezzagno.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...


FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...

IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...


AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

by Antonella Mascali

Questo libro raccoglie i principali interventi, le interviste,...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...

LA MAFIA DEI PASCOLI

LA MAFIA DEI PASCOLI

by Nuccio Anselmo, Giuseppe Antoci

Milioni di euro guadagnati per anni in silenzio...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa