Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cosa Nostra Mafia, il pentito Macaluso si autoaccusa di due omicidi e fa arrestare dei suoi parenti 

Mafie News

Mafia, il pentito Macaluso si autoaccusa di due omicidi e fa arrestare dei suoi parenti 

carabinieri auto c imagoeconomica 23di Davide de Bari
L'ex reggente di Resuttana ha rivelato nuove circostanze riguardo due omicidi del 2007

Sergio Macaluso, ex reggente del mandamento di Resuttana, ha rivelato agli investigatori nuove circostanze su due vecchi omicidi. Parole che hanno trovato un riscontro nelle dichiarazioni di un altro pentito, Domenico Mammi e che hanno portato così i carabinieri del comando provinciale di Palermo, guidati dal colonnello Antonio Di Stasio, ad eseguire un'ordinanza di custodia cautelare, su ordine della Dda di Palermo, nei confronti di Francesco Lo Iacono, e dei fratelli Corrado e Domenico Spataro, rispettivamente nipote e cognati del collaboratore Macaluso, per gli omicidi di Giuseppe Lo Baido, avvenuto il 13 luglio del 2007 e di Giuseppe Cusumano, il 2 settembre del 2011 a Partinico (PA). 
Cusumano fu picchiato e poi freddato con tre colpi calibro 7.65. Il corpo fu rinvenuto nell'atrio di una palazzina del centro di Partinico. L'uomo si occupava di agricoltura ed edilizia e nel 2001 fu arrestato perché sorpreso a prendersi cura di una piantagione di marijuana nelle campagne di Menfi, insieme al nipote del boss Giovanni Bonomo. Addirittura due mesi prima dell'omicidio gli era stata bruciata la macchina. Il secondo omicidio è quello di Giuseppe Lo Baido, 36 anni, assassinato a Partinico. I sicari attesero che parcheggiasse il suo fuoristrada per farlo fuori con tre colpi sparati uno al volto e due alla nuca. 
Le indagini dei carabinieri hanno ricostruito che i due agguati sarebbero stati la vendetta di Francesco Lo Iacono e dell'ex reggente Sergio Macaluso per l'omicidio di Maurizio Lo Iacono, ucciso il 3 ottobre del 2005. L'inchiesta è una tranche dell'operazione Talea del 2017 nei confronti degli esponenti dei mandamenti mafiosi palermitani di Resuttana e di San Lorenzo. Durante le indagini sono state intercettate alcune conversazioni in cui Sergio Macaluso raccontava di avere partecipato ad alcuni omicidi. E' lo stesso Macaluso che una volta diventato collaboratore di giustizia fa luce sui delitti. L'omicidio di Giuseppe Lo Baido era stato commesso con la complicità del cognato Corrado Spataro e l'omicidio di Giuseppe Cusumano con la complicità dell'altro cognato, Domenico Spataro, il quale aveva sostituito il fratello Corrado che, in quel periodo, era agli arresti domiciliari.
Francesco Lo Iacono e Corrado Spataro erano già stati arrestati nell'operazione Talea accusati di danneggiamento a mezzo incendio aggravato dalle modalità mafiose e associazione mafiosa ed estorsione aggravata dalle modalità mafiose. Domenico Spataro, incensurato, è stato arrestato in provincia di Agrigento nel corso della notte.
Per gli investigatori gli omicidi sarebbero da inquadrare all'interno della faida per la scalata al potere all'interno del clan di Partinico. 

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Si pente boss Macaluso e a Palermo scattano gli arresti

I racconti del pentito Macaluso: così il figlio di Guerrera ha rinnegato il padre

Estorsioni, colpita la mafia di Resuttana e San Lorenzo

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

by Antonella Mascali

Questo libro raccoglie i principali interventi, le interviste,...

LA MAFIA DEI PASCOLI

LA MAFIA DEI PASCOLI

by Nuccio Anselmo, Giuseppe Antoci

Milioni di euro guadagnati per anni in silenzio...


BLOODY MONEY

BLOODY MONEY

edited by Massimiliano Virgilio

Un sistema di corruzione politica che ruota intorno...

PROFONDO NERO

PROFONDO NERO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Erano gli anni Settanta. Il giornalista De Mauro...


CASAMONICA

CASAMONICA

by Nello Trocchia

È il 20 agosto 2015 quando per la...

UN'AVVENTURA SINDACALE

UN'AVVENTURA SINDACALE

by Anna Vinci

Figlia di madre nubile, nata e cresciuta in...


PECUNIA NON OLET

PECUNIA NON OLET

by Alessandro Da Rold

"Seguite i soldi, troverete la mafia".Giovanni Falcone"Se ‘Vituzzu’...

IN CULO ALLA MAFIA

IN CULO ALLA MAFIA

by Emanuele Cavallaro

È un testimone di giustizia. Che non è...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa