Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cosa Nostra De Raho: ''Il 2019 sarà l'anno della cattura di Matteo Messina Denaro''

Mafie News

De Raho: ''Il 2019 sarà l'anno della cattura di Matteo Messina Denaro''

de raho cafiero c imagoeconomicadi AMDuemila
Il procuratore nazionale antimafia intervistato dal quotidiano Gnewsonline.it

“Sono convinto che le attività investigative sviluppate sul territorio nazionale consentano di raggiungere questo obiettivo. Lo dico non solo perché sono ottimista ma anche perché sono straordinari gli impegni, in termini di impiego di personale e risorse economiche, che in questo momento si investono sulla cattura di Messina Denaro. E d’altro canto lo Stato deve necessariamente conseguire questo obiettivo perché non si può consentire che uomini del calibro mafioso di Messina Denaro continuino a sottrarsi alle ricerche". Sono queste le forti dichiarazioni del procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho ai microfoni del nuovo quotidiano online del Ministero della Giustizia riguardo la latitanza del boss corleonese Messina Denaro.
Per de Raho il risultato si potrebbe raggiungere in quanto “le reti che lo attorniano e che lo sostengono sono sempre numerose ma di volta in volta, mese dopo mese, si interviene tagliandole. Così facendo ci si avvicina all’obiettivo e credo che il 2019 sarà proprio l’anno della fine della sua latitanza".
Durante l'intervista il procuratore ha parlato del DDL anticorruzione: "Il decreto anticorruzione è stato sicuramente un ulteriore e importante passo in avanti per contrastare uno degli aspetti di maggiore inquinamento della nostra economia e di parte della nostra politica". Secondo il magistrato "si sostiene da tempo che le mafie oggi utilizzano gli stessi metodi che i corruttori hanno utilizzato per entrare nell’economia e sovvertire il sistema degli appalti o comunque dei rapporti con la pubblica amministrazione. Non più minacce, non più violenze ma denaro e favori". Per questo "aumentare gli strumenti di contrasto nel campo della corruzione significa anche migliorare il contrasto alle mafie".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Cattura Messina Denaro, si stringe il cerchio: 21 arresti a Trapani

Procuratore Lo Voi: ''Messina Denaro? Latitante in Sicilia ma riesce a spostarsi''

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

by Floriana Bulfon

Un documento giornalistico straordinario e di estrema attualità,...

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...


IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...

FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...


IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...

AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa