Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Mafie News Cosa Nostra Il clan Graziano e quei soldi riciclati in Romania

Mafie News

Il clan Graziano e quei soldi riciclati in Romania

gdf cappello c imagoeconomicaPer 23 persone scattato un sequestro di beni da un milione di euro
di AMDuemila
Beni per oltre un milione di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza a Palermo a carico di 23 persone ritenute responsabili a vario titolo di riciclaggio, autoriciclaggio e trasferimento fraudolento di valori. I militari del Nucleo speciale di Polizia valutaria hanno dato esecuzione a un’ordinanza emessa dal gip di Palermo, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. Il fulcro delle indagini è costituito dalle attività illecite riferibili a Francesco Graziano, esponente dell’omonima famiglia mafiosa palermitana (figlio di Vincenzo, attualmente sottoposto al regime del carcere duro per aver ricoperto il ruolo di capo della famiglia dell’Acquasanta e ‘reggente’ del mandamento di Resuttana), già raggiunto da diverse sentenze di condanna, per le quali si trova tuttora detenuto.
Gli investigatori sono riusciti a far luce sulla “rete di connivenze” attraverso cui sono state realizzate numerose operazioni di riciclaggio per consentire a Graziano di rientrare in possesso di somme di denaro derivanti da attività economiche e dalla cessione di beni immobili intestati a prestanome. “Tali somme sono state investite in Romania - spiegano gli investigatori della Guardia di Finanza - attraverso la costituzione di una società di diritto locale, il cui rappresentante legale è un dipendente del Comune di Palermo, che si prestava a fare da intermediario tra l’esponente della famiglia mafiosa e gli altri soggetti coinvolti nelle operazioni di riciclaggio”.
Le indagini coordinate dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca, dai sostituti Annamaria Picozzi, Amelia Luise e Roberto Tartaglia hanno dunque fatto scattare i sigilli per società e immobili dopo che nei mesi scorsi erano già stato confiscati altri 30 milioni.
In particolare è emerso che la famiglia Graziano, attraverso un imprenditore complice, pagava delle finte consulenze ad alcune società rumene impegnate nel settore dell’edilizia. I soldi provenivano da una società formalmente rappresentata dall'avvocato Marcello Marcatajo, oggi deceduto, che avrebbe consentito a Graziano di evitare il sequestro patrimoniale. Le indagini hanno fatto luce pure sulla vendita di un immobile, anch'esso intestato a un prestanome. I soldi sarebbe tornati nella disponibilità di Graziano alla connivenza di imprenditore siciliano che, attraverso la stipula di contratti per compravendite fittizie, avrebbe fatto pervenire i soldi alla famiglia mafiosa.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa