Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Parla Mafie e corruzione. Musacchio: ''Gli antidoti più efficaci sono la cultura e l'onestà''

Di la tua | AntimafiaDuemila

Mafie e corruzione. Musacchio: ''Gli antidoti più efficaci sono la cultura e l'onestà''

musacchio vincenzo coluccida articolo21.org
La Scuola di Legalità “don Peppe Diana” di Roma e del Molise e l’Osservatorio Antimafia del Molise lanciano un appello al fine di provare a sconfiggere il cancro delle mafie e della corruzione. Due piaghe che affliggono l’Italia nel profondo del proprio tessuto sociale, politico ed economico. Vincenzo Musacchio, presidente delle due associazioni, ci conferma: “L’Italia sta affrontando una situazione molto difficile, se non addirittura disperata, dopo alcuni tentennamenti nella lotta senza quartiere alla criminalità organizzata”. ”Le mafie e la corruzione ormai sono divenute pervasive e interessano tutti i livelli delle istituzioni pubbliche e private”. Tra gli ultimi posti della classifica europea dell’indice di percezione della corruzione, c’è proprio il nostro Paese. Su una scala da 0 a 100, in cui il 100 indica l’assenza di corruzione, l’Italia ha ottenuto nel 2018 un punteggio pari a 53. “Si respira un’atmosfera di profonda frustrazione dovuta al predominio mafioso e al livello di corruzione del Paese, se si pensa che su due italiani uno sarebbe corrotto, continua Musacchio”.
“In un Paese dove prosperano mafie e corruzione, le aziende straniere ci pensano due volte prima di venire a investire”. A tutto ciò se si aggiunge la crisi profonda in cui è caduta la giustizia italiana, la situazione diventa molto preoccupante. Tramite i mass media ci auspichiamo di poter lanciare la nostra campagna “Liberiamoci dalle catene della mafia e della corruzione”. Le mafie e la corruzione, in Italia, non si manifestano solo nella pratica illecita messa in atto da politici e funzionari disonesti, dobbiamo riconoscerlo, questi mali ormai hanno assunto le sembianze di un vero e proprio cancro metastatizzato che non risparmia nessun settore della società civile. “Non è un caso che Venezia il Mose non funzioni, che a Genova crolli un ponte perché i controlli erano fasulli, ottenuti forse pagando il funzionario di turno che invece avrebbe dovuto supervisionare proprio tali controlli”.
Un fenomeno pervasivo e “pianificato” al punto che, ormai le vittime di mafia e di condotte estorsive e corruttive si aspettano sempre di dover pagare una somma in denaro per ottenere un proprio diritto. Una pratica che coinvolge tutti, anche chi dovrebbe contrastare questi fenomeni criminali. Le mafie e la corruzione ormai sono diventate assuefazione! Sono qualcosa che ci entra dentro e al quale ci abituiamo senza rendercene conto o senza voler reagire. Per questo, è importante adottare misure serie e a lungo termine perché non si può pensare di debellare questo virus nel breve periodo. Come in tutte le cose, bisogna cominciare, e come diceva Rita Atria: “Se non vuoi la mafia nel tuo cuore, nella tua vita, comincia a debellare quella che hai dentro di te!” Se non cominciamo noi, non cominceranno neanche quelli che vivono con noi e da noi traggono esempio. Le mafie e la corruzione ci rubano il futuro e lo rubano soprattutto ai nostri figli!
Pertanto lanciamo la nostra campagna “Liberiamoci dalle catene della mafia e della corruzione” definendo questi fenomeni criminali una vera e propria “putrefazione della società”. Sarà questa l’iniziativa che la Scuola di Legalità “don Peppe Diana” e l’Osservatorio Antimafia del Molise porteranno in tutte le scuole d’Italia. Proviamo a portare un barlume di speranza ai nostri giovani. Assieme a Daniele Colucci, presidente vicario dell’Osservatorio e Consigliere della Corte di Appello di Napoli, vogliamo reiterare l’invito a unire le forze per eliminare queste piaghe che affliggono la società, “perché il cancro delle mafie e della corruzione non può essere affrontato agendo isolati”. Per debellare questa metastasi che colpisce ormai ogni organo vitale del Paese, “occorre un movimento popolare, un’iniziativa che parta dalla società a ogni livello”. “Noi faremo la nostra parte, ma se ci fermiamo alle dichiarazioni d’intenti, non andremo lontano”.
Speriamo che questa iniziativa sia accolta da tutti e ognuno la faccia propria, perché il singolo cittadino da solo è assolutamente impotente di fronte a tutto ciò”. “Auspichiamo che si generi una sensibilità crescente tra la gente e che questa campagna sia solo il punto di partenza di un impegno continuato che vada ben di là di un proclama, diventando un tema prioritario e un impegno concreto nella lotta alle mafie e alla corruzione. La nostra missione è ogni giorno in prima linea, dimostrando ai giovani – come mi ha insegnato il mio maestro Antonino Caponnetto, precisa Musacchio – che la cultura vince sulle mafie e la scuola sull’ignoranza. Con enormi difficoltà proveremo ad insegnare ai giovani che l’illegalità non paga ma i libri e la conoscenza sì.

Tratto da: articolo21.org

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...

THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...


LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...

UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...


ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...

GLI AGNELLI

GLI AGNELLI

by Antonio Parisi

Quando il conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, insieme...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa