Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Parla Decreto Sicurezza Bis: Ibrahima Kobena, la solidarietà diventata reato in Italia

Di la tua | AntimafiaDuemila

Decreto Sicurezza Bis: Ibrahima Kobena, la solidarietà diventata reato in Italia

È critica, la Consulta delle Culture di Palermo, sull’approvazione in via definitiva- con 160 SI - del Decreto Sicurezza Bis che sanziona le ONG e le Navi che salvano vite in mare.
«Per l’ennesima volta il Governo ci insegna che la solidarietà è diventata un crimine in Italia - afferma Ibrahima Kobena, presidente della Consulta -,  mentre la fratellanza e i valori umani, secondo la nostra Costituzione e gli obblighi internazionali, rimangono principi costituzionali. Non possiamo non denunciare la modalità con cui lo stesso governo comunica con i cittadini, in quanto tutte le parole utilizzate o le azioni religiose associate per compiere un atto che tende a valorizzare il principio di disumanità vanno considerate come un processo di radicalizzazione religiosa. E questo non fa che mettere in pericolo la sicurezza sociale e culturale del nostro Paese».
Per la Consulta delle Culture siamo di fronte a un decreto che degrada la dignità umana poiché insegna a girare le spalle a ogni situazione che necessita di solidarietà e di soccorso.
«Disapproviamo apertamente questa legge assassina e disumana - conclude il presidente Kobena- che sta creando tutti i presupposti per parlare di “reato di solidarietà”. Lanciamo, quindi, un appello all' Unione Africana ed Europea, ma soprattutto all'Onu, per trovare una risposta definitiva all’attuale situazione. Vogliamo una migrazione più responsabile, accompagnata da politiche internazionale che mettano al primo posto l’umanità e la salvaguardia degli individui, non le logiche partitiche, xenofobe e di morte».

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa