Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Parla Processo ''I Conti di Lavagna'': la ‘ndrangheta c’è nel Levante ligure

Di la tua | AntimafiaDuemila

Processo ''I Conti di Lavagna'': la ‘ndrangheta c’è nel Levante ligure

di Libera Liguria
Con la sentenza di primo grado del processo “I conti di Lavagna” viene riconosciuta la presenza della ‘ndrangheta anche nel Levante ligure. Dopo i risultati dei processi “Maglio 3” e “La Svolta”, che avevano certificato la presenza di organizzazioni mafiose nel Ponente e a Genova, un altro tassello dello sforzo investigativo degli inquirenti e della magistratura viene riconosciuto dai giudici. Sono numerose le condanne per associazione a delinquere di stampo mafioso, reati legati agli stupefacenti e alle armi, nonché estorsioni e usura, ma la sentenza descrive anche come nel tempo la ‘ndrangheta abbia trovato complicità con il mondo della politica, dato che due figure di primo piano - una delle quali condannata anche per abuso d’ufficio - sono state condannate per corruzione elettorale con l’aggravante di aver agevolato l’organizzazione mafiosa. In attesa di leggere le motivazioni della sentenza e che si svolgano gli ulteriori gradi del processo, oggi possiamo ribadire - semmai ce ne fosse bisogno - quanto sia ormai errato sostenere tesi riduzioniste o negazioniste rispetto al radicamento del fenomeno mafioso in Liguria. I sequestri di beni avvenuti nei giorni scorsi proprio nel Levante ligure, così come i collegamenti tra ‘ndrangheta e parti della politica, dell’economia e della società evidenziano quanto sia necessaria una maggiore e diffusa consapevolezza. Accanto a questo lavoro culturale, però segnaliamo l’urgenza di potenziare e coordinare la risposta dello Stato e della comunità a questa minaccia, affiancando alla risposta repressiva, che si va affermando per via giudiziaria, anche una risposta positiva attraverso il ripensamento delle politiche sociali e il rilancio delle iniziative di reimpiego pubblico dei beni confiscati alle organizzazioni criminali. In questa battaglia Libera non farà mancare il proprio impegno”.
In una nota Libera Genova e Libera Liguria sulla sentenza di primo grado processo “I Conti di Lavagna” emessa questa mattina dai giudici del Tribunale di Genova.

Visita: mafieinliguria.it

Tratto da: liberainformazione.org

Foto © Ansa

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa