Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Senti Nino Di Matteo: ''Querelo Sallusti per diffamazione''

Di la tua | AntimafiaDuemila

Nino Di Matteo: ''Querelo Sallusti per diffamazione''

di AMDuemila
Il direttore de Il Giornale aveva definito il magistrato “un mitomane” a “Non è l’arena”

Il consigliere togato del Csm Nino Di Matteo ha annunciato di essere ricorso a vie legali contro il direttore de Il Giornale Alessandro Sallusti. “Ho già dato mandato al mio legale avvocato Roberta Pezzano per procedere con le opportune iniziative giudiziarie”, ha detto Di Matteo. La querela è dovuta alle dichiarazioni infelici rivolte al magistrato palermitano rilasciate dal giornalista nel corso del suo intervento in diretta la scorsa domenica 31 maggio a “Non è l’arena”. Nel corso della trasmissione condotta da Massimo Giletti, Sallusti ha definito Di Matteo “un mitomane” in più di un passaggio. Il magistrato è stato anche accusato dal direttore de Il Giornale di avere mandato 'segnali mafiosi' nel corso di un'altra trasmissione di La7 dello scorso 27 maggio, dove aveva ribadito di essere pronto a confermare e a specificare ulteriormente in sede istituzionale le vicende relative alla sua mancata nomina a capo del Dap. "Il direttore Sallusti, del resto, non è nuovo a condotte diffamatorie nei miei confronti - ha ricordato Nino Di Matteo - Già nel maggio del 2018 era stato condannato insieme all'onorevole Vittorio Sgarbi, in primo grado dal Tribunale di Monza, per un articolo su 'Il Giornale' in cui, tra le altre offese, venivo definito dall'onorevole Sgarbi 'complice di Salvatore Riina'".

ARTICOLI CORRELATI

L'arroganza del potere
di Giorgio Bongiovanni

Di Matteo, Bonafede e la nomina al Dap negata ''per lo stop di qualcuno''
di Aaron Pettinari

Di Matteo: ''Bonafede nel 2018 mi propose il Dap. Pronto ad accettare, ma poi vi fu dietrofront''
di Giorgio Bongiovanni ed Aaron Pettinari

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa