Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Senti Raimondi: ''Un bene confiscato per poter vivere''

Di la tua | AntimafiaDuemila

Raimondi: ''Un bene confiscato per poter vivere''

L'appello del ceramista vittima di usura al sindaco Orlando
Riportiamo di seguito la lettera aperta scritta da Bennardo Raimondi

Egr. sig. Sindaco, già mi conosce da anni anche se in effetti non mi ha mai ricevuto, denunciando alcuni usurai e mafiosi nel frattempo anni fa ho perso tutto: casa, lavoro, negozio ecc... In questi anni sono riuscito a pagare l'affitto della casa e del mio misero box dove tengo cio che mi è rimasto del mio lavoro, ceramista presepista. Grazie a mio padre che ha 92 anni e la sua pensione la mia famiglia di 6 persone è sopravvissuta. Se Dio vuole il 18 gennaio mio padre compierà 93 anni ma le sue condizioni di salute sono pessime e ormai mi devo rassegnare. Ora Le chiedevo umilmente, a parte un incontro con Lei, se può aiutarmi nell'avere un bene confiscato o per la mia famiglia o per il mio lavoro. In questi giorni mi sono visto anche con il consigliere Ottavio Zacco che sta cercando di aiutarmi, in effetti ho perso la casa perche ho pagato gli usurai, quindi a causa della mafia, a Palermo ci sono tanti beni confiscati anche abbandonati, per esempio potrei fare una scuola per ragazzi ecc...
La prego di tenermi in considerazione. Morendo mio padre la mia famiglia è in mezzo alla strada, in attesa di sue notizie grazie. Tel. 3391327950

ARTICOLI CORRELATI

Bennardo Raimondi, un sorteggio di solidarietà per aiutare la mia famiglia

Usura: la storia e l'appello di Bennardo Raimondi a Radio Time

Usura: l'appello a tutti i sindaci di Bennardo Raimondi

Bennardo Raimondi: ''Dopo l'usura, aiutatemi a ripartire''

Bennardo Mario Raimondi artista della ceramica palermitana

Bennardo Raimondi: ''Io artigiano dimenticato da tutti''

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...

CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...


LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa