Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Senti Inaugurato a Milano il primo presidio di legalità all’interno di una scuola pubblica

Di la tua | AntimafiaDuemila

Inaugurato a Milano il primo presidio di legalità all’interno di una scuola pubblica

di Silvia Gissi - Fotogallery
Il primo presidio di legalità all’interno di una scuola pubblica dell’obbligo è realtà: è successo il 30 novembre mattina a Rozzano, Milano, nella primaria di via Mincio del comprensivo Monte Amiata. Tantissime le famiglie presenti che non hanno voluto mancare e hanno dato il loro contributo nell’organizzazione. Due ore in cui sorrisi, canzoni, parole, lacrime,..in una sola parola emozioni, non sono mancate, anzi hanno fatto da padrone. Tutti uniti per combattere in nome della verità e della giustizia, di quella “resistenza” che il leader del movimento delle Agende Rosse, Salvatore Borsellino, urla con forza al pubblico e al cielo pensando al fratello Paolo. La dirigente Monica Mansi ha sottolineato la sinergia e l’empatia nata dal primo incontro con Pino Cassata, presidente dell’associazione Peppino impastato e Adriana Castelli, che gestirà il presidio. Al suo interno una biblioteca tematica e un’aula destinata all’esposizione permanente delle due mostre a fumetti “Uno, dieci cento agende rosse.. quale democrazia?” e “Uno, dieci, cento, donne e uomini che…” Con le lacrime agli occhi Pino Cassata ha ricordato l'impegno costante del gruppo soprattutto con i giovani ormai da cinque anni. A fare da cornice un caparbio coro che ha intonato la canzone "Pensa" di Fabrizio Moro. Tra gli ospiti Jacopo dell'associazione Our Voice, realtà internazionale di giovani artisti impegnati nella diffusione della cultura della legalità attraverso le varie forme d'arte e che ha portato la voce del gruppo di Milano nato di recente. Un ricco buffet e due torte, rigorosamente a forma di agenda rossa, hanno reso gustosa la mattinata che è proseguita con l'intervento telefonico di Salvatore Borsellino. Come non mai, sabato 30 novembre le parole di don Pino Puglisi; “Se ognuno fa qualcosa, si può fare molto” hanno preso forma e dato vita a una nuova realtà destinata ad essere un punto di riferimento per il territorio e per tutte le associazioni e scuole che vorranno seguirne il valoroso esempio.

*Associazione Peppino Impastato - Adriana Castelli (Milano)

 

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa