Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Senti Letizia Battaglia: "La fotografia? È salvezza e verità"

Di la tua | AntimafiaDuemila

Letizia Battaglia: "La fotografia? È salvezza e verità"

06La presentazione
da Repubblica - Palermo - 6 dicembre 2014
Molte delle donne della sua vita sono stampate su un foglio di carta, perché per molto tempo sono state amiche in carne e ossa: e ieri sera parecchie riempivano gli spazi della libreria Modusvivendi, dove Letizia Battaglia, fotografa, ha presentato il suo nuovo libro, “Diario” pubblicato da Castelvecchi Editore, sorta di regesto di vita, incontri e immagini dove le parole e le fotografie si inseguono con lo stesso ritmo incessante che caratterizza la vita e gli impegni della fotografa italiana più celebre. «Cosa è la fotografia? - dice Letizia Battaglia - salvezza e verità».
Accanto alla fotografa, che a marzo compirà ottanta anni e tiene testa a tutti come una quattordicenne - e che non manca di ricordare pubblicamente la mancata realizzazione della Scilla di fotografia da lei proposta ai Cantieri, ormai tre anni fa - ci sono Franca Imbergamo, sostituto procuratore della Dna, l’amica di sempre Simona Mafai, con la quale da trenta anni divide passioni e impegno - «ci siamo conosciute in consiglio comunale, eravamo le comuniste» - ricordano insieme, e i tantissimi amici che affollano la libreria per la presentazione.


Che è l’occasione per incontrare Letizia, sempre più impegnata in giro per il mondo per presentare mostre, libri, incontrare i giovani e parlare loro di legalità, valori, etica. E di fotografia, vissuta come elemento di vita, d’incontro, di scontro e necessità imprescindibile. Il racconto mischia gli anni più bui e insanguinati, le bambine, amatissime icone di purezza, le corse sul luogo del delitto insieme a Franco Zecchin, ai tempi de L’Ora, e la trasformazione di quelle stesse immagini, a distanza di anni, ora esposte nelle gallerie. E termina con il racconto di fidanzati, amiche, matrimoni e tutta l'energia positiva di Letizia.

LA RECENSIONE DEL LIBRO: Diario

Tratto da: La Repubblica - Palermo del 6 dicembre 2014

Le recensioni di AntimafiaDuemila

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...


PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa