Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Vedi Ivan Caldarola va ai domiciliari. Maria Grazia Mazzola: ''Un fatto gravissimo''

Di la tua | AntimafiaDuemila

Ivan Caldarola va ai domiciliari. Maria Grazia Mazzola: ''Un fatto gravissimo''

di AMDuemila
Dopo un periodo di detenzione in cella sono stati concessi i domiciliari con la misura della sorveglianza attiva attraverso il cosiddetto braccialetto a Ivan Caldarola (20 anni), figlio del boss Lorenzo del clan barese Strisciuglio.
Il 13 marzo in pieno lockdown da coronavirus si era costituito presso gli Uffici della Questura di Bari dopo essere evaso insieme ad altri detenuti in occasione dei disordini che lui stesso provocò il 9 marzo insieme ad altri per protestare contro le misure del governo in tema carceri che prevedevano l'interruzione delle visite di familiari.
La notizia della concessione degli arresti domiciliari al giovane rampollo del clan Strisciuglio è stata commentata su Facebook da Maria Grazia Mazzola. La giornalista nel febbraio di due anni fa venne aggredita fisicamente e minacciata a morte dalla madre di Caldarola, Monica Laera, perché stava svolgendo un servizio per il TG1 proprio sul figlio Ivan, arrestato per tentata estorsione ai danni di una ditta di onoranze funebri nel quartiere Libertà oltre che per aver sparato contro un circolo ricreativo.
Per la Mazzola la scarcerazione di Ivan Caldarola è un fatto "gravissimo", scrive. Si tratta di "un detenuto in carcere figlio di boss, uno pericoloso, che aveva già rotto un braccialetto mentre era ai domiciliari, uno imputato di stupro di una bambina, uno implicato nelle estorsioni e detenzione di armi, uno che qualche mese fa appena era stato tra gli organizzatori di una rivolta dal carcere di Foggia, uno che era evaso e si era rifugiato in casa sua, e poi si era consegnato per strategia". Ivan Caldarola, ha continuato, "è libero ora di ricevere in casa gli accoliti con sua madre Monica Laera, ancora libera nonostante mi abbia aggredito con un cazzotto provocando lesioni a una giornalista".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Arresto Caldarola a Bari: una buona notizia per l'informazione rigorosa

Coronavirus, rivolta carcere Foggia: il figlio del boss di Bari Caldarola si costituisce

Indagini chiuse: la Procura riconosce il metodo mafioso nell'aggressione a Maria Grazia Mazzola

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa