Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Vedi 6 Agosto una data per ricordare e riflettere

Di la tua | AntimafiaDuemila

6 Agosto una data per ricordare e riflettere

di Beppe Lumia
Tanti eventi paradigmatici. Atomica a Hiroshima. La mafia uccide Costa, Cassarà e Antiochia. Giornata della trasfigurazione

6 AGOSTO è un giorno particolare. Giornata normalmente calda e di spensieratezza.
Ma la Storia ci riserva altro: scorre sempre sui suoi misteriosi percorsi e proprio in questa giornata fa fare capolino a momenti diversi e tutti a loro modo particolari, paradigmatici, esemplari.

6 Agosto del 1945, la Seconda Guerra Mondiale volge verso la sua sanguinosa fine... In Giappone, a Hiroshima, gli Stati Uniti scatenano il finimondo. Il cielo conosce per la prima volta l’affacciarsi di un strano fungo... Grande e infuocato... Il fungo della prima bomba atomica. La città viene spazzata via, migliaia e migliaia di essere umani bruciano letteralmente, altri vengono segnati per sempre nel corpo e nell’anima. L’umanità cambia passo: la sua vita non è più scontata, può eclissarsi.

6 Agosto del 1980. A Palermo Cosa Nostra abbatte il Procuratore Capo di Palermo Gaetano Costa. Muore dissanguato, a terra e senza nessuna protezione. Aveva capito bene, aveva deciso di agire. Aveva firmato sempre da solo, ripeto da solo, il rinvio a giudizio che colpiva le potentissime famiglie mafiose degli Spatola e degli Inzerillo, quello dei traffici internazionali di droga, dei collegamenti con le famiglie mafiose newyorkesi dei Gambino, delle ampie collusioni con la cosa pubblica.

6 Agosto 1985. Vengono massacrati dalla mafia due poliziotti. Il Vice Questore Ninni Cassarà e l’Agente Scelto Roberto Antiochia. Due storie da conoscere e rilanciare. La Prima è quella di un grande e abile investigatore della mafia, anche lui, dei traffici internazionali di droga, delle stesse e sempre più potenti famiglie mafiose e del loro sistema di collusioni... La Seconda, una storia tragica, raccontata grazie alla mamma, Saveria Antiochia. La storia di un giovanissimo servitore dello Stato che lascia le agognate ferie per rientrare a Palermo e immolarsi accanto allo stimato Dirigente.

6 Agosto. Giorno della Trasfigurazione di Gesù. Giorno Sacro di Memoria per la Chiesa Cattolica, ma attenzione anche per la Chiesa Ortodossa e per altre Chiese Cristiane. Giorno dove si rivela la vera natura di Gesù. Un giorno di profondo significato per tutti, credenti e non credenti: di Passaggio e di Speranza, di Amore e di Cambiamento che interpella e scuote ancora la coscienza e la responsabilità delle donne e degli uomini del nostro tempo.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa