Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Vedi Libri, Emanuele Cavallaro racconta la storia di Ignazio Cutrò

Di la tua | AntimafiaDuemila

Libri, Emanuele Cavallaro racconta la storia di Ignazio Cutrò

cutro ignazio libro in culo alla mafiadi Irene Milisenda - Video
“È un testimone di giustizia. Che non è un pentito. I pentiti sono degli ex mafiosi. I testimoni, invece, sono cittadini onesti che hanno denunciato la mafia e che per questo hanno messo a repentaglio la propria vita. Ignazio Cutrò, è rimasto piantato nella sua terra, tra le pesche di Bivona (AG) dove faceva l’imprenditore: lì dove qualcuno, a furia di incendi dolosi, voleva convincerlo ad arrendersi. Ignazio non si è arreso: si è battuto per i diritti dei Testimoni e ha vinto battaglie importanti. Ora come non mai, non deve sentirsi solo”.
E’ con queste parole che viene introdotto il nuovo di libro di Emanuele Cavallaro, il libro ripercorre con aspetti inediti la storia di Ignazio Cutrò, il bivonese presidente dell’associazione “Testimoni di Giustizia”; si parla di incontri con uomini della criminalità e della vita, fatta di non poche difficoltà, cui è costretto un testimone di giustizia insieme alla famiglia.
Il libro verrà presentato giorno 18 Febbraio nella Sala Aldo Moro, sede del Parlamento a Roma, sotto l’organizzazione della deputata del M5S Piera Aiello, e la partecipazione del sostituto procuratore Salvatore Vella, e successivamente la presentazione sarà anche ad Agrigento.
“Il titolo è effettivamente pesante, oso dire anche volgare, commenta Ignazio Cutrò, ma c’ho pensato tanto, e scrivere 'In culo alla mafia' è volgare perchè è Mafia. Molto spesso mi dicono perchè stare dalla parte della legalità? credo che sia normale, perchè la nostra terra deve cambiare e le istituzioni devono fare ancora tanto, e non si deve abbandonare chi ha denunciate le mafie. Cari commercianti, sottolinea e grida Cutrò, denunciate, denunciate e fatelo per i vostri figli”.



Tratto da: grandangoloagrigento.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...


FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...

IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...


AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

LE ULTIME PAROLE DI FALCONE E BORSELLINO

by Antonella Mascali

Questo libro raccoglie i principali interventi, le interviste,...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...

LA MAFIA DEI PASCOLI

LA MAFIA DEI PASCOLI

by Nuccio Anselmo, Giuseppe Antoci

Milioni di euro guadagnati per anni in silenzio...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa