Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Di la tua Vedi Nicola era ''memoria'' che guardava al futuro!

Di la tua | AntimafiaDuemila

Nicola era ''memoria'' che guardava al futuro!

paternostro dino cipolla nicoladi Dino Paternostro
Ero legato a Nicola Cipolla (in foto a dx) da profondo affetto e da una grande stima politica ed umana. Era la "storia" vivente della sinistra politica e sindacale, ma non guardava mai nostalgicamente indietro. Ci indicava sempre la strada da percorrere, in avanti, verso il futuro. Per lui davvero la memoria serviva a costruire futuro. Senza retorica. Nel 2010/11 volle che realizzassi per il Cepes un'antologia degli autori minori che avevano scritto delle lotte contadine del secondo dopoguerra. Volle che me ne occupassi - mi disse - per stimolare ulteriori studi e riconoscere che la Sicilia si è liberata dai residui di feudalesimo grazie a quelle lotte, pagate anche col sangue di tanti dirigenti sindacali assassinati dalla mafia.

GUARDA L'ALBUM FOTOGRAFICO

Mi parlava sempre di Mario Ovazza e del contributo che aveva dato (da dirigente dell'Eras e da deputato regionale del PCI) per la costruzione del sistema delle grandi dighe in Sicilia, che ancora oggi costituiscono la struttura portante del sistema idrico regionale. E poi delle energie alternative da incrementare, delle lotte per la pace e contro la militarizzazione della Sicilia. Delle lotte per la democrazia è la difesa della Costituzione. Programmi per il futuro, perché Nicola guardava sempre al futuro. Adesso lui non c'è più e tocca a noi continuare anche per suo conto. Grazie, Nicola. Grazie per i valori che ci hai saputo trasmettere. Ti abbraccio forte!

Tratto dacittanuove-corleone.net

ARTICOLI CORRELATI

Morto a Palermo ex sen. Cipolla (Pci)

Le recensioni di AntimafiaDuemila

UNA STRAGE SEMPLICE

UNA STRAGE SEMPLICE

by Nando dalla Chiesa

Capaci. E la sua continuazione, via D'Amelio. Una...

LA MAFIA DIMENTICATA

LA MAFIA DIMENTICATA

by Umberto Santino

I caporioni della mafia stanno sotto la salvaguardia...


IL PATTO INFAME

IL PATTO INFAME

by Luigi Grimaldi

Napoli, la mattina del 27 aprile 1982 un...

CANI SENZA PADRONE

CANI SENZA PADRONE

by Carmelo Sardo

C'è stato un tempo in cui, nella Sicilia...


1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

by Alex Corlazzoli

A pochi giorni dall’anniversario dell’attentato in via D’Amelio,...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


FUOCO CRIMINALE

FUOCO CRIMINALE

by Rossella Canadè

Una notte di novembre, a qualche chilometro da...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta