Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Ci vediamo a... Incontri ''Donne contro la mafia'' - Piacenza, 29 Giugno

Ci vediamo a...

''Donne contro la mafia'' - Piacenza, 29 Giugno

20190629 donne contro mafiaTorna a Piacenza "Donne contro la mafia". Testimoni minacciate che non si sono arrese di fronte allo strapotere, alla violenza ed alle intimidazioni di poteri mafiosi.
Hanno visto, sentito e parlato. Pensando al bene comune prima che a se stesse.
Dopo l'incontro del 2018 con Catia Silva e Cinzia Franchini, il format torna in città sabato 29 giugno alle ore 18, presso la Biblioteca di strada del comune di Piacenza in piazza Cavalli 2, con le ospiti Fiorenza Brioni, ex sindaco di Mantova, e Rossella Canadè, autrice del libro "Fuoco criminale".
Modera l'incontro Rossella Noviello, presidente di 100x100 in movimento.
L'incontro fa parte delle serate estive dedicate alla cultura antimafiosa, che 100x100 offre ai cittadini per il quinto anno.
Avremo qualche altro ospite a sorpresa e dopo l'incontro gusteremo insieme un aperitivo, grazie all'aiuto di cittadini e gruppi.
Il prossimo appuntamento alla biblioteca di strada è previsto per martedì 9 luglio alle ore 21, con importanti ospiti da Bologna e da Brescello.
Questo evento è promosso da: Agende Rosse, Terre di Zara e Comitato di Mantova acqua e bene comune. Si realizza grazie alla collaborazione del Comune di Piacenza, Teatro Trieste 34, Non Una Di Meno gruppo Piacenza.

Per altre info contattare Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

OSPITI
Fiorenza Brioni il 5 agosto del 2008 riceve una busta con 17 proiettili e una lettera minatoria. Già prima di essere brioni fiorenzaeletta sindaco di Mantova e poi nel corso del suo mandato, la Brioni si era opposta alla realizzazione del progetto di lottizzazione Lagocastello, lungo la sponda sinistra del lago Inferiore, che prevedeva la costruzione di 200 villette e un hotel da parte del costruttore di origine calabrese Antonio Muto. Qualche anno dopo, nell’ambito dell’inchiesta “Pesci” della dda di Brescia sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel mantovano, un collaboratore di giustizia dichiara che il mittente della busta indirizzata a Fiorenza Brioni è l’imprenditore Antonio Muto. La lottizzazione Lagocastello è divenuta una costola dell’inchiesta “Pesci” della Dda di Brescia sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel mantovano ed è in stand-by processuale in tribunale a Roma. Tra gli imputati, oltre all’imprenditore calabrese, ci sono l’ex sindaco di Mantova Nicola Sodano (successore di Fiorenza Brioni), l’ex presidente del Consiglio di Stato Pasquale De Lise, i due ex senatori di Forza Italia Luigi Grillo e Franco Bonferroni, l’ex consigliere comunale di Reggio Emilia Tarcisio Costante Zobbi e l’affarista veronese Attilio Fanini. Secondo l’accusa, i sette avrebbero esercitato pressioni, a vario titolo e in fasi diverse, sul ministero dei Beni Culturali e sul Consiglio di Stato per strappare l’assenso al ridimensionamento del progetto di lottizzazione dopo la bocciatura da parte del Consiglio di Stato.

Rossella Canadè, autrice del libro "Fuoco criminale" (Imprimatur Editore) è una giornalista della "Gazzetta di canade rossellaMantova". Ha lavorato nella redazione di Parma de "l’Unità" e a "Ultime notizie". Ha scritto reportage da Somalia, Ruanda, Iraq, Bosnia, Serbia, Romania e Brasile. Attualmente si occupa soprattutto di cronaca nera e giudiziaria, con particolare attenzione al tema della criminalità organizzata e degli insediamenti della mafia al Nord. Dai suoi servizi sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nel mantovano hanno aperto inchieste la Commissione nazionale antimafia e la Procura di Mantova.
Ha scritto un testo teatrale, Senza tacchi, messo in scena da Europateatri.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...

TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...


IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...


LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa